Un cuoco in gamba e soprattutto vero:Riccardo Da Prà

0

In questi giorni sono andato a trovare Riccardo Da Prà del ristorante Dolada di Pieve d’Alpago in provincia di Belluno. Lo avevo conosciuto durante una puntata di Chef per un giorno il programma in onda su Real Time dove faccio il critico di personaggi famposi in cucina. Lui era con me e Fiammetta Fadda, critico gastronomico di Panorama,  nelle funzioni di giudice di Lella Costa. Mi aveva colpito il personaggio, così fuori dagli schemi dei cuochi classici:appassionato del suo lavoro ma in grado di coltivare interessi diversi, fantasioso quanto basta, in grado di succedere al padre cuoco in maniera completamente diversa in quanto a stile, rivoluzionando il concetto di cucina che veniva fatta  una volta al Dolada. Bisogna però andare a Pieve d’Alpago per capire cosa vuol dire speirmentare in mezzo a quelle montagne, con la sera che fa freddo e diventa una scelta dura riuscire ad arrivare a mangiare fino a lassù. Un altro mistero è capire come riescano a vivere insieme a lui due giapponesi, giovani cuochi, locali, la madre e la sorella in una tribù ben assortita. I piatti? Vi obbligo ad andare lì per gustarli. Assolutamente da provare!!

Condividi!

Circa l'autore

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Lascia un commento