Pasta Artigianale Morelli

Trattoria L’Ortone a Firenze

0

Una volta qui c’era una pizzeria,  frequentata da un pubblico assolutamente variegato e variopinto: l’umanità che si trovava a tavola grazie al potere democratico della pizza. Un ambiente che nel corso degli anni è andato poco a poco degradando, la bontà della pizza iniziale non riusciva ad essere mantenuta e, quasi naturalmente, è arrivata la chiusura. A riprendere il locale, due amici e colleghi operanti nel vino, Riccardo Bellini e Stefano Tacconi, che per prima cosa ristrutturano gli ambienti in maniera decisamente potente. Poi la scelta di avvalersi di uno staff giovane e motivato, compresi i figli di Stefano, e una proposta culinaria comprensibile, non banale, che ne fa un posto dove le persone hanno voglia di tornare in maniera continua. Il quartiere è il punto d’incontro tra turisti e fiorentini, il mercato di Sant’Ambrogio, qui scorre una vita pulsante da mattina a sera: volendo ci si può accomodare nel dehors, altrimenti, all’interno, la sala d’ingresso ha un bancone dove poter bicchiere nell’attesa e una sala laterale. Altrimenti, al piano di sopra, altre sale che danno modo di trovare un posto più riservato. La scelta è concentrata e golosa: si può partire con una vera tartare da comporre a piacimento, scegliere alici fritte accompagnate da salsa allo yogurt o farsi tentare dal tuorlo fritto con crema di piselli e prosciutto croccante. Come primi, eccellenti per finezza della pasta e ripieno calibrato gli agnolotti al piccione con burro noisette, ottimi gli gnocchi di patate  al pepe nero con ragù di coda e pecorino stagionato, ma da provare anche la fregola sarda ai frutti di mare. Per secondi, oltre l’ampia scelta di carni alla griglia, da ghiottoni i fegatelli di maiale confit con cavolo nero e cipolle borrettane, invitante il fish and chips alla livornese, una sicurezza lo stracotto di guancia con polenta. Si chiude con scelta di dolci classici, dalla creme brulée al tiramisu, ma anche la torta di mele con crema alla cannella. La scelta dei vini è divertente, frutto dell’esperienza dei titolari, che propongono bottiglie a prezzi interessanti, invogliando a stappare prodotti non consueti. Il servizio è fresco, casual ma educato. Antipasti dai 10 ai 12 euro come i primi, secondi dai 16 ai 23 eccetto la Fiorentina, dolci a 6 euro, coperto 2,5 euro.

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Leave A Reply