Tortelli di patate vegani

0

Mi piace far capire come ci siano molte ricette che possono diventare vegane senza troppi sforzi. Questo è un piatto della tradizione mugellana rivisto, ma con accorgimenti facili da applicare. Vengono bene anche senza tofu, ottima potrebbe essere l’aggiunta di lenticchie cotte nel pomodoro e poi frullate.

ravioli veganiIngredienti per la pasta per 6  persone: 300 g di farina, 120 g di acqua,  sale fino, un trito leggero di salvia e rosmarino

Per il ripieno: 600 g di patate lessate, 2 spicchi d’aglio, 100 g di tofu, sale fino, pepe nero, un mazzetto di prezzemolo, un cucchiaio di concentrato di pomodoro, 1 dl di olio extravergine di oliva

Per la salsa: 700 g di funghi , una cipolla bianca piccola,  2 scalogni, 1 dl di olio extra vergine di oliva, sale fino, pepe nero,  un mazzetto di  nepitella.

tortelliDisporre la farina a fontana, mettere l’acqua al centro  salare ed impastare bene il tutto, fino ad ottenere un composto omogeneo. Far riposare e preparare intanto il ripieno: tritare finemente l’aglio e il prezzemolo, e farli rosolare in una casseruola con l’olio. Salare leggermente, quindi unire il concentrato. Far cuocere due minuti e versare il tutto sulle patate, passate al passa verdure a fori sottili. Amalgamare il tofu, mescolando con cura. Con il matterello, o con il tira pasta, preparare la sfoglia con la pasta , formare i tortelli e ritagliarli con la  rotella rigata .Preparare la salsa: tagliare la cipolla a fette sottili e metterla a rosolare in una padella con l’olio. Salare e pepare leggermente, quindi metterelo scalogno tagliato finemente Quando il tutto risulta di un bel colore dorato, unire i gambi dei funghi, tagliati a cubetti sottili e la nepitella. Far stufare per circa 15 minuti,  coprendo la padella con un coperchio, bagnando con acqua se occorre. Passare il tutto al passa verdure. Le cappelle dovranno essere cotte sulla griglia, dopo averle unte leggermente con l’olio.  Cuocere i tortelli in abbondante acqua salta e saltarli con la salsa di funghi. Al momento di servire,  unire le cappelle tagliate a lamelle regolari e servire.

Condividi!

Circa l'autore

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Lascia un commento