Se Firenze diventa la capitale della pizza: dopo Romualdo Rizzuti, in arrivo Mario Cipriano

4

Qualche anno fa non sarebbe stato nemmeno lontanamente immaginabile, ma oggi la realtà ha superato la fantasia: Firenze sta diventando un luogo da frequentare anche per la pizza, grazie all’innalzamento de livello medio della proposta. In arrivo, da lunedì 28 agosto, anche Mario Cipriano, a suo tempo a Palazzo Pretorio, in quel di San Donato, dove aveva raccolto il testimone di Giovanni Santarpia, che oggi ritrova a due passi: Giovanni è in piazza Annigoni, lui aprirà in Via Gioberti, in uno spazio appositamente creato per lui dal proprietario del ristorante, esistente dal 2007, “Il Vecchio e il mare”, in un interno della via commerciale, con il quale entrerà in società. Ancora non si sono spenti gli echi dell’arrivo in città di Romualdo Rizzuti, con le sue “Le Follie di Romualdo” in viale Europa, nei locali dell’ex Convivium, dove il successo è stato immediato. Basta scorrere l’elenco delle pizzerie all’interno della Guida del Gambero Rosso, di prossima uscita, per capire quante sono le possibilità di mangiare bene in città: Senza considerare che questa sana competizione ha costretto anche la concorrenza ad alzare il livello, a tutto beneficio dei clienti. Vediamo a breve se ci saranno ulteriori novità 🙂

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

4 commenti

  1. “Arrivo in città di Romualdo Rizzuti”?
    Ma in città c’era fino dall’apertura del Mercato di Montano-Cardini…

  2. Finalmente la verità: la pizza a Firenze è sempre stata un disastro e solo ora che sono arrivati buoni pizziuoli “stranieri” se ne cominciano ad accorgere anche i clienti! Ottima la nuova versione di Rizzuti, con un bellissimo enorme spazio dedicato al doppio forno di cottura (per temperature diverse, mi è stato detto in cucina), ma mi permetto di segnalare nel suo piccolo anche Simbiosi, in via Ginori.

    • La pizza a Firenze a me a alle persone che conosco è sempre piaciuta, non si ha sempre voglia della pizza napoletana che a noi piace ma risulta pesante. La pizza sottile croccante leggera condita bene è proprio buona, in Versilia ad esempio è ottima da leccarsi i baffi. Perciò gli “stranieri” sono benvenuti, ma se restavano a casa nessuno si lamentava. Vai tranquillo

Leave A Reply