banner4

Salsicce e fagioli, il perché di un successo “evergreen”

0

Sarà stato Totò con la sua famosa parola d’ordine. “Birra e salsicce” a renderle familiari ad un largo pubblico, oppure Terence Hill durante il primo film della fortunata serie Trinità dove si mangiava in realtà fagioli ma dove sembravano apparire anche le salsicce, sta di fatto che il binomio dei due prodotti appare oramai imprescindibile, un po’ come le coppie dello spettacolo: Dean Martin e Jack Lemmon, Ric e Gian, Gianni e Pinotto e qui mi fermo per carità di patria perché mi accorgo di avere una certa età nel fare tali citazioni. Il successo deriva da una serie di fattori: sapore deciso, soprattutto se nel grasso delle salsicce si fanno cuocere i fagioli già lessati; riempistomaco perché malgrado la presenza dei fagioli, l’acidità del pomodoro permette comunque di volerle mangiare con il pane; costo quasi nullo anche a costo di metterci i fagioli zolfini del Pratomagno o le salsicce più care della terra.  Che poi si trovino al ristorante anche alla cifra di 40 euro è un altro discorso, nella realtà sono il piatto del giorno di osteria, o quello che veniva tenuto in calkdo per essere consumato durante tutto il giorno. La versione “street food” non convince alquanto, la fuoriuscita die fagioli è assicurata, la salsiccia dovrebbe rimanere da sola, aperta e schiacciata per essere mangiata agevolmente, meglio sedersi e darsi cinque minuti di pace. Tra le varianti divertenti e proponibili, quelle con l’aggiunta di cavolo nero o rapini. Questa intanto la mia ricetta

SALSICCE E FAGIOLI

 Ingredienti per 6 persone: 12 salsicce di media grandezza, 3 spicchi di aglio, un rametto di rosmarino,4  foglie di salvia 1 dl di olio extravergine di oliva, 400 g di pomodori pelati, 600 g di fagioli cannellini lessati, sale fino, pepe nero

Togliere la corda dalle salsicce, quindi forarle con una forchetta. Metterle in una padella e sgrassarle, facendole cuocere a fuoco vivo per qualche minuto. Toglierle e tenerle in disparte al caldo. A parte, sbucciare l’aglio e lavare il rosmarino e la salvia . Tritarli finemente e metterli a rosolare in una casseruola con l’olio e il grasso rimasto delle salsicce. Unire i pomodori, pelati e passati, insaporire con poco sale e pepe, quindi aggiungere i fagioli. Far sobbollire a calore moderato per circa dieci minuti, quindi unire le salsicce e terminare la cottura

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Leave A Reply