fbpx

Roast-beef: 5 consigli utili per non sbagliarlo

1

Come sempre, quando la ricetta sembra facile, poi diventa difficile nell’esecuzione: il roast beef è il secondo che mette d’accordo tutti non può essere sbagliato, una cottura più lunga lo rende tenace e insapore, una troppo breve può essere tollerata ma poi assomiglia ad un carpaccio non riuscito. Cerchiamo di capire come farlo allora, in 5 semplici mosse:

1) La carne se non la conoscete fatevela consigliare dal macellaio. Spesso la bella forma non corrisponde al pezzo ideale, ma ci sono validi compromessi.

2) Legate la carne in maniera che il pezzo rimanga ben serrato e compatto: eviterete di avere una fetta che si spezza al taglio.

3) Rosolate la carne in olio EVO dove avete messo salvia, aglio e rosmarino, che toglierete per non rovinare il fondo di cottura. Salate  dopo la rosolatura esterna e NON bagnate con vino bianco: eventualmente utilizzatelo per ottenere il sugo di cottura da servire a parte.

4) Calcolate una cottura di 15 minuti per chilogrammo, sapendo però che se il pezzo è stretto e lungo sarà più corta, viceversa per un pezzo di carne tozzo e largo.

5) Prima di tagliarlo farlo riposare qualche minuto. Nel fondo di cottura non aggiungete farina, fatelo restringere sul fuoco unendo eventualmente una noce di burro.

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

1 commento

Leave A Reply