Filippi

Ristorante La Pépinière a Firenze, bio, vegan e senza glutine

0

San Frediano è ritenuto il quartiere più “cool” di Firenze, secondo una rivista americana, il che porta automaticamente i turisti a visitarlo in maniera compulsiva. Il numero di ristoranti che ha aperto nel corso dell’ultimo anno fa spavento, difficile anche per uno che lo fa di professione come me, visitare ristoranti, stare dietro alle novità, capire da che parte tira il vento. Però un locale che si chiama La Pépinière già colpisce: il nome francese, il significato di vivaio, l’idea di fiori e piante, quasi automatico che fosse un ristorante vegano ed è chiaro che lo stimolo per visitarlo diventa notevole. Mancava a Firenze un ristorante vegano/vegetariano con una proposta culinaria buona, non solo frequentabile come fosse un circolo carbonaro da pochi eletti, ma aperto ad un pubblico variegato. E qui si parte bene, appena entrati,  con un arredamento luminoso, accogliente, con la sala d’ingresso che ospita il  bancone della pizza e poi due salette raccolte sul retro, che quasi sembra di entrare nel salotto di casa. Stefania Veronese, la titolare, aveva voglia da tempo di esprimersi in questo campo, e dopo aver maturato esperienze professionali nel settore della ristorazione, si è decisa a fare il grande passo, creando una sorta di gineceo con Michela Onnis in cucina e Silvana Bruno a gestore il forno della pizza. Il primo obiettivo  è stato quello di fare piatti che solo dopo si scoprono vegani.  Ora è vero che c’è anche la carbonara a sorpresa, con sfere di bietola al limone e chips di carote( ahhh, la carbonara vegana 🙂 ma è solo il nome, il piatto convince alla grande. Poi va bene il Sushi mix, involtini di verdure, germogli e nido in frittura o le polpette di melanzane con tzatziki, involtini di vite con riso alla menta e insalata greca sono piatti unici, che hanno il pregio di essere appetitosi, ben eseguiti, con solo la presentazione da rivedere, ma il palato viene soddisfatto alla grande. La carta delle pizze è compatta , e ne comprende due gourmet, queste non sono vegane ma vegetariane. Buona la pasta, ben lievitata, gradevole. I piatti vanno sui 15 euro, le pizze dai 7,5 ai 10 euro. Carta dei vini interessante, non immensa ma con etichette non comuni. Servizio gentile ma non affettato.

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Leave A Reply