fbpx

Orrori gastronomici presto tra noi

0

Esiste un detto che recita: “Al peggio non c’è mai fine” indicando così una prospettiva di preparazione a situazioni che si possono venire a creare ancora più negative di quanto uno posa prevedere. Riferito all’ambito gastronomico, se possiamo pensare di avere già visto l’orrido in cucina in tutte le sue forme, ecco arrivare in aiuto l’amico Indro Neri, fiorentino di nascita e di residenza, con un lungo soggiorno negli Stati Uniti, che frequenta regolarmente e da dove arrivano una serie di fotografie che testimoniano quanto è possibile trovare sugli scaffali statunitensi. Quello che ci accomuna con Indro è la passione per la trippa, che lui coltiva in pubblicazioni librarie e nel suo sito, ma siamo entrambi curiosi osservatori di quanto ci circonda. Ecco a voi alcuni esempi

Pizza BarbecueNiente a che vedere con la pizza napoletana, nemmeno la pasta, che diventa una focaccia ricca di grassi: Quello che lascia basiti, l’impiego di salsa barbecue, unita al pollo e alle cipolle. Coraggio

Birra al pomodoro, sale e limone

La pigrizia nel farsi da mangiare è famosa, per questo in molti passano la vita a mangiar fuori al ristorante. In questo caso, la versione “birrosa” del Bloody Mary, ovvero birra, sale, pomodoro e limone.

Spaghetti aglioC’è una salsa per spaghetti e aglio, ma tutti e due sono in polvere. Potere della liofilizzazione. Ma tagliare uno spicchio d’aglio da soli appare troppo difficile?

ketchup maionese

La pigrizia si manifesta anche in questo: tomato ketchup e maionese unite, troppo complicato comprare due confezioniNon pensiate certo che sia fantascienza, presto sarà tutto pronto anche per l’Italia

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Leave A Reply