Octavin ad Arezzo

0

Nella primavera del 2018 quando visitai e conobbi per la prima volta lo Chef Luca Fracassi ed il suo Octavin,
già si potevano intravedere la potenzialità che questa tipologia di cucina avrebbe potuto avere e dove sarebbe potuta arrivare.

E non pensate che gli ultimi meritati riconoscimenti siano stati ottenuti da chissà quale immensa brigata o team, perché in questo caso tale obbiettivo è stato raggiunto solamente da tre persone…quando si dice “ pochi ma buoni “questo è proprio il caso giusto!
Luca Fracassi ai fornelli, Sofia Cianchi, compagna nel lavoro e nella vita in sala e Alessandro Gelli il fido sommelier.

Octavin

Anche il locale, ubicato in centro ad Arezzo vicino al Teatro Petrarca, rispecchia la loro filosofia e stile intimo con pochi coperti (14) e di design curato senza ne eccessi ne frivolezze.

Octavin

Se cercate una tipologia di cucina molecolare, tecniche innovative, effetti speciali questo non è certo il posto che fa per voi.

Presso Octavin potrete altresì scoprire una cucina che punta in primis sulla valorizzazione degli ingredienti del territorio e sulla sostenibilità la cui origine è sempre fondamentale partendo dalle verdure coltivate nell’orto di proprietà a pochi km dal ristorante e dalla carne e dal pescato che provengono da fornitori locali fidelizzati.
Pertanto le ricette sono quindi legate alla stagionalità e alla disponibilità delle stesse materie prime in base a ciò che la natura offre e produce durante l’alternarsi dei mesi.

Ciò significa come afferna lo chef, che un piatto può restare anche per 2-3 settimane solamente come per esempio i piatti a base di funghi, ma dopo 5-6 mesi invece il menù cambia totalmente.
Non è bene confondere però tale cucina che guarda alle antiche tradizioni culinarie aretine/toscane, etichettandola come apparentemente semplice, anzi tutt’altro.

Parlando con Luca infatti colpisce lo studio che c’è dietro le varie tecniche di essiccazione, fermentazione, salatura, affumicatura e cottura alla brace che mette in atto nella preparazione e realizzazione dei suoi piatti.

Octavin

Le varie esperienze formative che ha svolto sia in Italia, in primis presso Magnolia da Alberto Faccani   piuttosto che in Spagna o nei Paesi Scandinavi, hanno fatto sì che nel menù degustazione si possano ritrovare sia piatti legati a ricordi della sua gioventù aretina,come le pappardelle al ragù
sia piatti che riportano a sapori orientaleggianti  come la battuta di manzo e aceto di carpa.

La carta dei vini è curata da Alessandro Gelli che, dopo una iniziale focalizzazione su vini naturali, ora spazia anche su molte etichette internazionali.

Entrando quindi nel dettaglio dei piatti che più mi hanno favorevolmente impressionato estrapolerei:

Antipasti Battuta di manzo e aceto di carpa e semi di finocchio
Chiudendo  gli occhi  si può immaginare di essere ovunque e volare con la fantasia data dalla bontà
Octavin

Primo Pappardelle al ragù di  pollo, coniglio e vitello
Ha centrato veramente l’obbiettivo con questo piatto : riportare a ricordi passati
Pappardelle

Secondo : Piccione arachidi e erbe amare
Ottima materia prima con abbinamento dolce /amaro veramente ottimo

Octavin

Dolce Crema di latte, fiordilatte e Olivello Spinoso
Fresco leggero amabile

Octavin

Bravo Luca per riuscire a rimettersi in gioco durante il periodo di chiusura del ristorante causa Covid, aprendo sia una pasticceria “Cloé” che una enoteca “Otto”.
Ma la cosa che più mi ha colpito a prescindere dal menù, che poi è sempre una esperienza soggettiva e personale, è stato il lato umano dello chef
Umile, solare, sempre attaccato e riconoscente alle sue origini ma con lo sguardo rivolto al futuro perché quanto fino ad ora ottenuto non sia un punto di arrivo ma una nuova partenza per ulteriori nuovi traguardi

Menù degustazione
Il vostro menù
(Fagiano, Gallo nero, Tartufo, Fagiolo zolfino, Cavolfiore, Bovino adulto ,Porro, Piccione, Mandarino, Olivello Spinoso) 85 euro
Il menù corto 70 euro
Abbinamento 6 vini 45 euro
Abbinamento 4 vini 35 euro

Scalinata Camillo Berneri 2,
50100 Arezzo 0575-343521 mail info@octavin.it giorno di chiusura Giovedì

Condividi!

Circa l'autore

Nella vita Ispettore qualità e certificazioni nel settore agroalimentare. Da sempre, attento alle eccellenze enogastronomiche che il territorio offre con le sue storie ,tradizioni , innovazioni e relative peculiarità.

Lascia un commento