Nel giorno del mio onomastico, parliamo di buone maniere: la donna al ristorante dove si siede?

15

Ieri sera ho girato la prima puntata della nuova serie di “Chef per un giorno” e mentre ero a tavola con Fiammetta Fadda e Alessandro Borghese, parlavamo di buone maniere. Una cosa che abbiamo notato è che oggi spesso gli uomini non sanno gestire la situazione in un locale. Capita spesso di vedere donne sedute con le spalle alla porta d’entrata quando il galateo vuole che siamo l’uomo a sedersi in quella posizione mentre la donna deve avere sott’occhio tutta la sala. Voi ci state attenti?

Condividi!

Circa l'autore

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

15 commenti

  1. mah: la donna entra per seconda nel locale pubblico, eccezione alla regola di cortesia, ma perché ? perché l’uomo getta un’occhiata prima e vede se ci sono ambienti fumosi( una volta) bari, liti in corso, spoglarelli ed altri comportamenti poco signorili in atto ?

    e perché la donna deve sedere con le spalle al muro ?

    C’é qualcuno che ce ne dá una speigazione ??

    Un grazie anticipato.

  2. l’uomo entra per primo perché deve “fare strada” e la donna siede con le spalle al muro per vedere la sala…garantisco che è la postazione giusta per i curiosi!

  3. Infatti, il motivo è proprio quello!

    per le spalle al muro, oltre ad essere più iacevole è anche più sicuro, …bei tempi quando volavano coltelli nelle balorde osterie…:-))

  4. Io entro sempre per primo e tengo la porta aperta per farla entrare: quanto al muro, il tavolo non lo scelgo certo io e spesso ti ritrovi in mezzo alla sala…

    Comunque, in base alla mia modestissima esperienza personale, sono sempre meno le donne che apprezzano certi atti di cavalleria: sarà anche che i veri gentlemen sono in via di estinzione…

  5. Io sinceramente lascio sempre scegliere a loro il posto dove sedersi: il più delle volte scelgono il posto con le spalle al muro.

  6. Eppure sono convinto di aver letto su più di un testo che le Signore dovrebbero invece dare le spalle alla sala, affinché non possano attrarre o subire gli sguardi degli avventori.
    VIsione rétro e sciovinista o – come accade spesso – diversa scuola di pensiero?

  7. Il galateo ha origini lontanissime. Per ciò che riguarda il nostro aspetto, dovrebbe ancora funzionare così: Entrando in un luogo è la donna che ha accesso per prima seguita dall’uomo che, all’epoca dei cavalieri, doveva guardarle le spalle e difenderla in casi di aggressione. Uscendo, per la stessa ragione, è l’uomo a farlo per primo. La regola vale anche per la collocazione ai tavoli: l’uomo aveva il compito di vigilare, quindi sedeva dove poteva farlo nella maniera migliore, ossia spalle al muro. Va da se che i tempi sono cambiati, i cavalieri sono scesi da cavallo e le donne vanno in palestra…

  8. @ Leonardo:
    Beh, vecchio non lo sono, ho 32 anni: probabilmente dovrei davvero cominciare a barcagliare le 40enni, perché le mie coatanee non sembrano proprio apprezzare certe piccole attenzioni…

  9. ma un galateo al tempo del telefonino, della parità, delle donne manager, delle separazioni dopo 6 mesi di matrimonio ?
    si può restare ancorati a Monsignor della Casa ?
    🙂

Lascia un commento