Mi ripropongo come cuoco

5

Ebbene sì, il lupo perde il pelo ma non il vizio..ogni tanto rieccomi ai fornelli a provare un po’ di emozione nel mettermi a cucinare, per un pubblico relativamente folto..una ventina di colleghi giornalisti, ai quali proporrò un menu così congegnato:

APERITIVI

Crostone con il cavolo nero e lardo
Crostini con acciughe marinate
Crema di ceci e vongole

ANTIPASTO
Sformato di ricotta con ragù di carni bianche
PRIMO
Minestra di cavolo verza, riso e salsiccia
SECONDO
Lesso rifatto con le cipolle coin patate alla contadina
DOLCE
Crumble di pere

Trovo comunque piacevole rimettersi ogni tanto in gioco e non essere sempre e solo dall’altra parte a fare il giudice…aiuta a capire meglio chi lavora dall’altra parte!

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

5 commenti

  1. Caro Leonardo,
    memore di un corso di cucina che conducesti qualche anno fa, ti consiglio di continuare a scrivere e fare il giudice. Scherzo. Conservo ancora gli appunti. Quei piatti sono diventati un mio prezioso bagaglio personale. Quando vuoi puoi anche invitarmi, visto che a Parma dirigo un settimanale (20.000 copie distribuite) e scrivo (mai bene) di cuochi e pseudogastronomi.

    Marco

  2. Leonardo Romanelli on

    Carissimi, ho officiato il 19 dicembre, la cena è andata bene,sono riuscito ad avere anche i commenti fuori onda, quindi potrei dire che:
    lo sformato di ricotta deve essere rivisto come dosi e densità; sulla minestra di riso, cavolo verza e salsiccia me la gioco quando volete con tutti perchè è venuta da urlo(scusate la modestia..); la francesina altrimenti detta lesso rifatto con le cipolle, era deliziosa, unico appunto per alcni il pepe(ma ci stava d’incanto!). il crumble, essendo tre teglie, è venuto bene per i 3/4, ovvero una l’ho sbagliata. Un voto che mi potrei dare è :bene, bravo 7+

Leave A Reply