Liquirizia mon amour? Giammai!

0

Da critico gastronomico, assaggio tutto: non è solo questione del mio lavoro, è proprio una curiosità innata che mi porta a provare tutto quanto risulti edibile. Dei nuovi alimenti, mi mancano le cavallette, gli insetti, gli scorpioni, le formiche, ma prima o poi mi capiterà di mangiarle. Un alimento che non amo è la liquirizia. E mi sono chiesto sempre il perché: eppure oggi è un ingrediente di moda, anche in piatti salati, ci sta bene, soprattutto se dosato in maniera equilibrata. Ma è un retrogusto invadente, è un prodotto che vuole essere protagonista in maniera eccessiva, vivace, quasi sfacciata. Penso alle caramelle o allo stecco, succhiato quasi fosse un vizio dagli amanti di tale sapore, e mi immagino che nelle ore successive la bocca risulterebbe impedita ad assaporare altri piatti. Mi ricordo un episodio nel quale una bavarese al caffè era accompagnata da una salsa scura dalle sembianze di cioccolato. Mi ci avventai con piacere e la sorpresa fu grande quando scoprii la liquirizia. Per anni  ho guardato con sospetto alle salse di accompagnamento dei dolci….

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Leave A Reply