Lenny Kravitz e gli hamburger

4

Perchè, uno si chiede, Lenny Kravitz preferisce alle feste patinate del dopo Oscar, un fast food dove mangiare hamburger e patatine, rispetto ad uno dei party organizzato per l’occasione dove, nell’immaginario collettivo, scorreranno fiumi di champagne con aragoste a profusione? Voglia di riservatezza, desiderio di cibo semplice(sic!), tutto bene, d’accordo, ma le star hollywoodiane sono così poco interessate al cibo?Potrebbero indubbiamente comprarsi il ristorante, ma ai piaceri della tavola sovrappongono altri interessi. Ma i bei tempi degli eccessi, quando si sparavano bottiglie di Cristall, whiskies assortiti, con ostriche come se piovesse dove sono finiti?

Condividi!

Circa l'autore

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

4 commenti

  1. Si, i star hollywoodiani sono cosi’ interessati al cibo. Fai conto che in Italia io sento almeno un giorno una conversazione sul cibo, quello che uno ha mangiato, che vuole mangiare, il suo opinione, etc. In America questi conversazioni si sente una volta al mese, se uno non fa un bel gruppo di amici “foodies”. Non fa un ruolo cosi’ importante il cibo, punto e basta. Non ci si pensa tanto se uno non e’ affatto un appassionato. Figurati i “star” come lui, che appartengono di forse la classe sociale piu’ esposto a cibi buoni – avvolte uno vuole un buon turkey burger (quello che ha mangiato – non e’ un McD’s, quel posto dov’e’ andato) perche si e’ gia’ stufato delle serie infinite di feste fatte da Wolfgang Puck.

  2. Purtroppo noi italiani siamo gli unici che pensiamo addirittura alla digestione. Forse Kravitz ha fatto addirittura, agli occhi degli americani, una cosa controcorrente nell’andare a mangiare hamburger dopo una festa degli Oscar. Ecco il suo lusso. Sic!

  3. ERRATA CORRIGE. l’ultimo LIVE FROM TUSCANY in realta’ ero io, dallo stesso computer. Infatti il secondo link porta ad un altro blog, quello dello SpremiAcume.

Lascia un commento