Le mie polpette estive

0

Si fa presto a dire polpette, ma altra cosa è farle in estate: gli avanzi del brodo è difficile che si trovino in casa, e quindi già manca la materia prima più comune.Alternativa può essere quella delle polpette di carne cruda, ma quelle di manzo non sempre sono così gradite: perfetta alternativa è quella di preparare polpette con la carne bianca, ed il pollo può soddisfare tale esigenza.

polpetteQuesta versione di polpette mi è stata ispirata dal ristorante Cibreo di Firenze, che le ha ancora in carta. Sono polpette che possono diventare delicate al gusto se si toglie il peperoncino  e soprattutto nella versione vegetariana basta sostituire la carne con patate lessate.

 

Inizio dal petto di pollo che trito finemente, anche due volte se necessario lo scopo è quello di ricevere gli altri ingredienti e compattarli. Primo elemento da introdurre la ricotta unita a poco mascarpone, e per aiutarmi metto già le uova. Volendo, fossero avanzati gli albumi da una precedente ricetta, impiego solo quelli. Per aromatizzare scelgo scorza di lime, sedano verde tritato molto fine, basilico, erba cipollina, parmigiano, sale fino, noce moscata. Impasto come non ci fosse un domani, utilizzando anche le mani se occorre. La salsa di pomodoro la preparo con carote, sedano, cipolle, spicchi di aglio tagliati a pezzetti  messi insieme ai pelati sul fuoco e fatti bollire: niente soffritto, alla fine quando metto a punto il sale, frullo con poco olio EVO, ed aggiungo solo alla fine peperoncino fresco tagliato a fettine. Le polpette le passo nella farina di riso e le friggo; olio di semi, di arachide. Poi in inverno uso anche lo strutto ma non in questo periodo. Una volta fritte, le faccio cuocere un po’ nella salsa, a discapito di un po’ di croccantezza. E magari un po’ di prezzemolo tritato ci sta bene Altrimenti ne faccio davvero tanta e la servo a parte.

polpette di pollo e ricottaIngredienti per 6 persone:  600 g di petto di pollo  150 g di ricotta, 50 g di mascarpone,3 uova, 70 g di parmigiano, un mazzetto di basilico, erba cipollina, una costola di sedano, la scorza di due lime, 150 g di farina di riso , sale fino, pepe nero,  noce moscata, 1 l di olio di semi per friggere Per la salsa: 700 g di pomodori pelati, una cipolla di medie dimensioni, 1 carota piccola, 1 costola di sedano piccola, 1 spicchio di aglio, sale fino, un mazzetto di basilico, 1 dl di olio extravergine di oliva, un mazzetto di prezzemolo.

 

Condividi!

Circa l'autore

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Lascia un commento