Filippi

La polenta come non l’avete mai mangiata

0

D’altronde cosa è, un po’ di farina di mais ed acqua, ci vuole poco a farla, costa niente, ma che soddisfazione può dare? Certo, quintali di ragù di carne, litri di besciamella, gorgonzola come se piovesse possono cambiare la situazione, ma c’è un modo meno complesso per renderla comunque gustosa? Questa la mia ricetta

Acqua a bollire con sale e lardo tagliato a pezzetti piccoli, per farlo poi sciogliere. Intanto, una salsiccia sbriciolata a parte, in padella, dove ho messo anche pepe in grani pestato, aglio, salvia e rosmarino tritati. Il tutto cuoce senza eccessi, deve crogiolare, il grasso esalta la parte aromatica. Metto anche questo in acqua e poi comincio a versare la farina di mais. Lunga cottura, non di quelle istantanee, E mentre giro preparo il resto. Fagioli lessati, che unisco a soprassata tagliata a cubetti e cavolfiore a cimette, che deve rimanere croccante: qualche chiodo di garofano che tolgo, poi la scorza dell’arancia, che aggiungo tagliata sottilmente. Questo è il condimento che metterò sopra. Agguanto il cucchiaio e mangio avido.

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Leave A Reply