Pasta Artigianale Morelli

La dieta del critico , 30 giorni da ricordare

0

Lo so , per molti è diventato un appuntamento annuale quello con la mia dieta. Ho scoperto che con i social, diventa più facile affrontare un periodo di privazione così lungo. Nessun dietologo lo consiglierebbe, lo so, ma io la chiamo dieta tanto per farmi capire, dovrei scrivere depurazione. La inizio in un momento bellissimo, quello dell’estate, quando tutti liberano i propri freni inibitori ed io faccio il contrario: forse perché i restanti 11 mesi sono per me una dimensione assoluta di libertà e quindi è giusto mettersi in una condizione diversa, di limiti precisi, di capacità di resistere alle tentazioni. <in questo mese sono nate le mie commedie, sono nate idee strane poi realizzate, è partito un percorso fatto di amore e cultura. Io che vivo grazie al cibo e al vino, me ne privo per apprezzarlo ancora di più, per non darlo per scontato, per credere che sia bello ogni giorno sedersi a tavola per tre volte. Ed è per questo che non capisco chi lo fa riempiendosi la pancia di cibo inutile, di vini noiosi e  dannosi, di chi non gode mangiando…sì, il mangiare da questa parte del mondo deve essere godimento dei sensi e questo permette di mangiare meno e liberare risorse per chi deve mangiare per vivere. Quest’anno sarà un appuntamento giornaliero, vi racconto come la vivo, la quotidianità del senza, ma poi scriverò un diario di bordo, un libro nel quale racconto sensazioni, progetti, pensieri raccolti in un libro. La bilancia sarà la mia spada di Damocle, il riferimento certo, il confronto innegabile. Bello vedere il corpo che cambia, le sensazioni ritrovate e forse perse: il sonno che non arriva per una mente che lavora senza requie, il grasso che scompare, la reattività riconosciuta e manifesta, la voglia di fare che diventa irrefrenabile. Ma il bello è sapere che poi a settembre tutto ricomincia, in maniera normale, con maggiore entusiasmo e capacità di apprezzamento. E’ un momento che sta diventando essenziale, e poi diventa importante per me anche la matematica , che non è mai stata un’opinione: se i chili calano, un motivo ci sarà!

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Leave A Reply