Il vino, un sogno a fumetti

0

Ci sono tanti modi di raccontare il vino. A provarci forse per la prima volta attraverso disegni e parole, con una narrazione di ampio respiro è stato pochi anni fa Etienne Davodeau con “Gli Ignoranti”, una bella storia di amichevole e reciproca conoscenza tra un fumettista e un vigneron che apprendono l’uno le basi del lavoro dell’altro e portano il lettore in un piacevole viaggio nel mondo dell’editoria e del vino.

Emanuela TamburiniCantine a fumetti, pubblicato da pochissime settimane per i tipi di Kleiner Flug, rappresenta un nuovo riuscito tentativo di mettere insieme episodi, poesia, viaggi onirici, tecniche di vendemmia, storie dei nomi dei vini nel tessuto narrativo di dieci racconti, uno per ognuna delle dieci aziende coinvolte dal Movimento Turismo del Vino Toscana: Tamburini, Vallepicciola, Donatella Cinelli Colombini, Buccia Nera, Tenuta del Buonamico, Monte Rosola, Col d’Orcia, La Regola, Villa Acquaviva e Cesani hanno preso parte all’iniziativa resa possibile dalla creatività di una ventina tra autori dei testi e dei disegni. Dieci racconti quindi diversi l’uno dall’altro per ispirazione – dalle origini dell’azienda ai nomi dei vini, dagli aneddoti alle scelte di viticoltura, dalla leggenda ammantata di sogno alle vicende più reali – ma anche per stile narrativo e per il tratto, ora essenziale, ora arzigogolato, ora moderno, ora vagamente retró. E così i colori, sgargianti o tenui, e i disegni, decisi o sfumati, delineano gli scenari naturali e gli ambienti del vino, i personaggi e le cose che si riempiono, si animano e danno vita ai dieci racconti: in essi non è difficile rintracciare lo spirito dell’azienda che ne è protagonista, ma anche i motivi essenziali che dominano tutto l’universo del vino, la passione e la fatica innanzitutto, ma anche una piccola quota di spavalderia accanto al necessario sacrificio.Perché i due linguaggi, quello del vino e quello del fumetto, sono uniti – come scrive Emanuela Tamburini, presidente del Movimento Turismo del Vino Toscana – dal sogno, da quanto cioè va al di là della realtà.

Condividi!

Circa l'autore

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Lascia un commento