Il ritorno dei reggi posate

0

Ora che le tovaglie sono fuori moda, anche se pare che la tendenza sia ancora una volta di farle tornare sul tavolo, sono diventati assolutamente di attualità i reggi posate, o spesso limitati a sorreggere solamente i coltelli. Come fare altrimenti ad appoggiare direttamente sul tavolo posate che poi dovranno essere messe in bocca..in tempi di Covid poi! Una volta non era così, tali strumenti erano di appannaggio solo di nonne e zie legate al tempo che fu.

Poggia posateLa scena era quasi sempre la seguente: invito alla prima cena importante della coppia amica  appena sposata, appassionata di cucina e degli oggetti di casa. Dopo l’aperitivo, consumato in salotto tra una chiacchiera e l’altra, si passa in salsa da pranzo e sulla tavola fanno capolino dei piccoli oggetti posti accanto al sottopiatto, dalle forme più variegate. Possono essere cagnolini, stile basset-hound allungati, o strisce di vetro colorato, o ancora, dei supporti in silver plate. Indecisi se fare i complimenti per i simpatici segnaposto, dove stranamente manca il nome,  o ringraziare per il gentile presente, del quale ignorate l’utilità, decidete di non fiatare, evitando di fare gaffe, e aspettate di osservare gli altri commensali per capirne l’utilizzo. La padrona di casa toglie dall’imbarazzo gli ospiti indecisi, elencando, con dovizia di particolari, quanti sono utili questi piccoli oggetti per non macchiare la tovaglia. Iniziate a capire l’antifona dopo aver guardato le traversie del vostro vicino già esperto, costretto dopo ogni boccone, a posare  la lama del coltello esattamente sul piccolo supporto, pena lo sguardo accigliato delle altre persone.

Poggia posateFate buon viso a cattiva sorte e decidete, come per incanto, che non è poi così difficile mangiare il carpaccio utilizzando solo la forchetta. Anche il pesce, così tenero, non ha certo bisogno di essere tagliato per essere suddiviso in bocconi.  Qualche problema lo può dare se come secondo viene servita la bistecca alla fiorentina, ma la moda corrente ordina che la carne alla griglia più in voga sia la “tagliata”: meglio di così… Dopo cene vissute sull’orlo di una crisi di nervi, si capisce il grande successo della cucina orientale…

Condividi!

Circa l'autore

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Lascia un commento