Filippi

Il limone e la bistecca

19

Tra i mille controsensi della gastronomia, non solo fiorentina ovviamente, pongo d’imperio il servizio del limone con la bistecca. Intendo quella alla fiorentina, cotta al sangue come si deve, ed allargo il discorso a tutte le carni rosse grigliate. Da cosa nasce questo desiderio di farsi del male? Perchè infilare gocce di acidità su una carne succosa e dolce al punto giusto? Misteri della tecnica, mi verrebbe da dire. Ma notate bene che tale pratica viene applicata non solo nelle trattorie di tradizione, che magari hanno l’abitudine da anni..oggi anche  nelle moderne steak-house! Ma non sarebbe meglio cucinare carne buona?

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

19 commenti

  1. butto lì due ipotesi:
    a) limone come antibatterico
    b) se non sbaglio la vitamina C “fissa” il ferro contenuto nella carne

    in realtà i veri motivi di questa pratica sfuggono anche a me

    omaggi

    luca

  2. ahhhhh!!!! ma che schifo!!!! io la bistecca la voglio anche SENZA OLIO perché di grasso c’ha già il suo!!
    vogliamo parlare anche del limone sul fritto?? che risulta irrimediabilmente ammosciato….

  3. ma parliamo anche del limone sulla cotoletta (buonissimo) o del limone sbucciato e mangiato a spicchi. oppure a fette con un pizzico di sale, pepe e un filo d’olio evo

  4. Io ho iniziato da poco a gustarmi la mia bella fiorentina al sangue, succosa, saportita al punto giusto e senza il limone.
    Se la carne è buona poi perchè aggiungere dell’altro?
    Il benedetto limone ha accompagnato durante tutta la mia infanzia e adolescenza le tristi fettini ai ferri che mamma preparava per noi.
    Mio padre invece aveva il vizio di mettere sempre un quarto di limone nel vino rosso.
    E che dire di un mio caro collega che mi chiese della coca cola con del limone per allungare un bicchiere di Taurasi? Anatema oserei dire ma se a loro piace così??? Gli orrori forse sono ben altri e poi usare quei limoni che non sono tali e che hanno un’acidità all’ennesima potenza tanto da distruggerti le papille gustative nel giro di 2 secondi!
    @Marco: I limoni della Costiera, dei giardini tra Ravello e Amalfi sono divini. Io li faccio arrivare ogni 10 giorni…chiamo la “Bruna” e lei con le sue manine delicate li coglie e mi prepara una bella cesta. Il limone sulla cotoletta ci sta divinamente…ma sulla carne pratico l’astensione.

  5. Fabrizio Pianta on

    a me a dire il bero sulla carne alla brace o ai ferri piae mettere un goccino di olio…mentre cara serena….ascolta il pensiero marinaro…su una bella frittura di paranza calda…una spruzzata di limone e’ d’obbigo e da una guduria da panico!!!

  6. @Fabrizio Pianta Si mi piace IL partito del limone sulla cotoletta…ma anche sulla frittura di paranza calda e “scrocchilina”
    iscriviamoci!!!!

  7. Leggenda vuole che il limone sulla carne al sangue ne inibisca eventuali contaminazioni trasmissibili.
    Sul fritto poi il limone dovrebbe diminuire la percezione ùntuosa. Ora mi domando, non e che ognuno fa come gli pare? Senza che nessuno gli dica cosa fare e tantomeno giudichi? Ci sono ben altre schifezze… Ce le mangiamo ogni giorno ed il bello è che non ce ne rendiamo conto.
    A me il limone non piace, non lo servo ne su fritti ne su bistecche varie. Se me lo chiedono, spesso dico che non c’è…. A casa mia si fa come dico io…

  8. @Chef sergio
    mi sembra presuntuoso dire ad un cliente che vuole il limone non ce l’ho…il limone in una cucina è raro che non ci sia…sarà anche casa tua ma il cliente porta soldi e giudizio sull’operato della cucina e di chi ci lavora. Comunque anch’io non amo sulla carne il nobile frutto lo adoro su alcuni pesci e su alcune frutte tipo fragole
    saluti

  9. io ho smesso di metterlo dappertutto (ad eccezione dell’insalata)
    carne e pesce mi basta sian buoni, perchè acidificarli con il limone ?
    🙂

  10. @Marco: ognuno fa quello che vuole, la presunzione è che quando vieni a casa mia accetti le mie regole, altrimenti nel mio locale non ti ci faccio mettere piede, sai come funziona il mio ristorante, è un locale molto ma molto atipico, senza pretesa alcuno, ma sicuramente non apriamo la porta a tutti….
    la presunzione sarebbe si nel caso in cui mi occupassi di giapponesi di fronte al colosseo…
    In ogni caso non mi hanno mai, dico mai, domandato nulla più di quello che con il cuore ho preparato per loro… nemmeno il sale… 🙂

  11. Pingback: Quinto quarto » Blog Archive » Fiorentina di nuovo sulle tavole

  12. IDOLO! hai ragione, basta con sta cosa del limone!
    io però, fiorentina DOC, ogni tanto amo mettere una goccia di aceto sulla bistecca… dovrei star zitta?? 😀

  13. Pingback: Abolire il limone dalla bistecca: si deve?

Leave A Reply