I veri cavalieri esistono ancora?

5

Avete presente le scenette delle comiche quando due persone vogliono passare dalla stessa porta e stanno a discutere gentilmente”Prima lei”,  “No, si figuri, prima lei” e poi regolarmente si incastrano? Mi viene in mente quando vedo i presunti nuovi cavalieri con dama accompagnatrice, imbranati, che non sanno come comportarsi in determinate occasioni. La gaffe che capita più di frequente è quella di far entrare prima una donna nel locale, pensando che il detto “Prima le donne!” sia valido sempre e comunque. Come quelli che seguono la signora, invece di precederla, scendendo le scale. E che dire sui fantozziani metodi per aprire la portiera? Raccontate tentativi di imbrocco miseramente falliti, divertiamoci!

Condividi!

Circa l'autore

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

5 commenti

  1. leo
    non esistono più o quasi uomini che ti aprono porte o portiere.
    pensa che manco la cena ormai ti pagano, manco l’aperitivo (come direbbero a roma).
    tu sei uno degli ultimi

    baci
    Arrivo a firenze nel pom e vado a cercare posti dove si mangia bene i funghi.
    Ti aggreghi?
    Qualche idea?

    baci 2

  2. Credo che le buone maniere non debbano essere assoggettate alla moda. Io credo siano eterne. Uno può essere gentile e galante anche senza aprire portiere o roba del esulano dai luoghi comuni …quando una donna magari non se lo aspetti e no quando invece è scontato. Le donne amano essere stupite.

  3. spezzo una lancia a favore delle buone maniere! lasciando stare i salamelecchi eccessivi (tipo un cliente oggi che mi ha fatto il baciamano, secondo me estremamente inopportuno in ambito professionale), io noto (per fare un esempio) se un uomo mi cede il passo o meno e anch’io sto bene attenta a farlo nei confronti delle donne più anziane. insomma la buona educazione ha un senso!!

Lascia un commento