Pasta Artigianale Morelli

Fritto misto di pesce: perché non sfonda come street food?

2

Sul fatto che il fritto sia un prodotto di successo, nessun dubbio: fa male, fa ingrassare, unge la mani, ma se uno se lo trova pronto non ci rinuncerebbe mai. Fuori casa, poi. è il massimo: nessuna stanza riempita di cattivi odori, nessuna cucina da rimettere e ripulire, insomma godimento puro. Eppure, malgrado queste caratteristiche, solo alcuni alimenti mietono successo imperituro. Le patate sicuramente, le frittelle, siano esse di mele o di riso, vanno alla grande, i coccoli o come li volete chiamare, ovvero pasta di pane fritta, funzionano, bene anche la polenta, ma il pesce non riesce a sfondare, quale cibo da strada. Eppure, avrebbe tutte le caratteristiche per poter ben riuscire: evita davvero un sacco di lavoro, e gli anelli di calamari, così come i gamberetti, sono prodotti altamente graditi. Niente a che vedere con il fish and chips britannico, con i pezzettoni di merluzzo che certo non danno l’idea della croccantezza e il sapore del fritto italian syle. Forse perché il pesce rimane un alimento considerato importante e non può essere svilito mangiandolo in un cartoccio per strada? Chissà. Certo che poi le versioni di fritto sono innumerevoli: il pesce può passato solo nella farina, farina e uovo, in pastella con la birra o solo con acqua, nella farina di mais, in panatura classica farina uovo pangrattato, nella farina di riso, insomma si tratta anche di trovare il prodotto giusto. Ma davvero non c’è modo di farlo diventare un prodotto POP? Secondo me si.

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

2 commenti

  1. Simone Bartolini on

    Io ritengo che trovi difficoltà per una semplice ragione. Ha un costo base troppo elevato.
    Il prezzo di vendita va al di sopra della giusta collocazione di altri tipi di “cibo da strada”.
    La porzione da noi sarebbe nella versione calamari e gamberi che gli italiani preferiscono a quella anglosassone con patate e pesce bianco.
    I fiorentini direbbero :molte patate e poco pesce. E quella cifra vado al mare seduto a mangiarlo!!!!! La banchina sul porto di Viareggio davanti a Tito sul Molo ne è la prova vivente. È rimasta “barchina” e anche sola.
    Ciao Leonardo. A presto

Leave A Reply