Finocchiona con polenta

0

Mi sono sempre chiesto perché la polenta sia un piatto per tutte le stagioni, ma il motivo lo trovo solo nella temperatura, e magari il luogo. Non ho mai visto in un menu di un albergo al mare la scritta polenta, magari condita con un sugo ai frutti di mare!.finocchiona

Questa che vi propongo è particolare, forte accento toscano, per valorizzare una salume particolare, uno dei pochi che si può fare cotto. Forse stupisce la cottura di un’ora ma con una farina vera, intendo macinata a pietra, lo ritengo normale.

polenta

Ingredienti per 6 persone : 300 g di farina di mais, 1 l di acqua, 6 fette spesse di finocchiona, 6 foglie di verza, 600 g di passata di pomodoro, due mazzetti di basilico, due spicchi di aglio schiacciati

Versare la farina di mais nell’acqua bollente salata, girarla con un mestolo quindi farla cuocere a calore moderato per un’ora. Avvolgere la finocchiona, tagliata a fette spesse,nelle foglie di verza, legarla strettamente e farla sobollire per almeno trenta minuti nella passata di pomodoro, aromatizzata con il basilico e l’aglio. Togliere lo spago e servire la finocchiona cosparsa della salsa, accompagnata dalla polenta.

Condividi!

Circa l'autore

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Lascia un commento