Euposia International Challenge sui vini spumanti

0

I concorsi vinicoli sono un’ottima occasione per fare esperienza degustativa: possono avere un tema libero ma quasi sempre vertono su un tema specifico. E’ il caso della dodicesima edizione del Challenge Internazionale Euposia,  dedicato agli  vini spumanti Metodo classico ed agli Champagne, suddivisi per i vini Metodo classico bianchi e rosé, per quelli biologici e quelli realizzati con vitigni autoctoni, nelle versioni brut, extra-brut e pas dosé.

Euposia spumantiPer la prima volta si è svolta ad Orvieto, ed è stata l’occasione per assaggiare anche, fuori concorso,  le sperimentazioni derivanti dalla nuova produzione dell’Orvieto Spumante metodo Martinotti. Come funziona un concorso? Beh, è come tornare a scuola per un giurato: banco singolo, davanti una scheda dove assegnare i voti, e poi un servizio dei sommelier ritmato, in modo tale che la degustazione abbia tempi omogenei. Alla fine, il grande lavoro di segreteria che dovrà compilare la classifica finale. Come giurati eravamo un panel variegato dove intervenivano enologi, addetti al settore commerciale, giornalisti, in rappresentanza del variegato mondo del vino. Il giudizio arriva quindi da persone di esperienza diversa,  quasi a voler rappresentare l’universo dei consumatori. I campioni campioni fra Champagne e Metodo classico sono giunti da  Spagna, Regno Unito, resto d’Europa, , Asia ed Oceania, Sud Africa, più Metodo classico provenienti da tutt’Italia, dalle regioni alpine alla Sicilia. I fondatori del Challenge internazionale Euposia sono Severino Barzan, Carlo Rossi, Luigi Bortolotti e Beppe Giuliano. Per quest’anno ecco i vincitori:

OrvietoBIANCHI

Campione del mondo: Paul Chollet, Cremant de Bourgogne, FRA

Campione del Mondo BioEric Rominger, Cremant d’Alsace, FRA

Campione del Mondo autoctono: Alex Belingheri, ITA

Miglior SW Francia: Champagne Gardet

Miglior SW Italia: Cantina di Soave, Equipe 5

Miglior SW Italia VSQ: Decugnano dei Barbi

Miglior SW Europa: Miroglio, Bulgaria

Miglior SW Americhe: Malma, Argentina

Miglior SW UK: Poulton Hill

Miglior Franciacorta: I Barisei

Miglior Trentodoc: Cantina d’Isera

Miglior Alto-Adige: Lorenz Martini

Miglior Lessini Durello: Fongaro

Miglior Oltrepò: La Versa

Concorso viniROSE’

Campione del Mondo: Camel Valley, UK

Campione del Mondo autoctono: Dragone, ITA

Campione del Mondo lotta integrata: Cantina Trento, ITA

Miglior SW Rosé Francia: Champagne Perrier Jouet

Miglior SW Rosé Italia: Colombo Antonio (Alta Langa)

Miglior SW Rosé UK: Sharpham

Miglior SW Oltrepò Cruasé: Rebollini

Miglior SW Rosé Ita VSQ: Terra dei Re

Miglior Trentodoc: Cesarini Sforza

Miglior Alto-Adige: Kettmeir

Miglior Lambrusco: Cavicchioli-Rosé del Cristo

Condividi!

Circa l'autore

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Lascia un commento