Crodino, perchè lo hai fatto?

0

Poi magari hanno ragione loro e venderanno quintali di bottiglie in più, ma sostituire il duo Victoria Cabello e Gorilla con Owen Wilson per pubblicizzare il Crodino  non mi è sembrata una genialata da parte degli esperti di marketing del gruppo Campari; ora, chiaro, se vogliono “aggredire” il mercato statunitense è l’unica cosa da fare, trovarsi un testimonial riconoscibile e credibile. Alla soglia dei cinquant’anni, che secondo fonte Wikipedia dovrebbe compiere quest’anno, il prodotto originale si vede affiancato due nuove versioni, quella agli agrumi e quella ai frutti rossi, ma come è facile immaginare, niente potrà ottenere il successo dell’originale. Crodino da Crodo, ino perchè servito nella quantità di 10 cl, per anni ha rappresentato un po’ l’idea del bere non eccelso: Il colore biondo sarà derivato da una scelta di differenziazione, suppongo: tutti rossi, per distinguersi meglio un colore accomodante, direi quasi democristiano, e non è un caso che il successo principale lo abbia ottenuto al nord. Oggi che gli analcolici tornano ad essere di moda, la lotta è strappare al consumo di Spritz un pubblico giovanile e femminile in particolare. Ci riusciranno i nostri eroi? Prevista la creazione di un cocktail apposito, dal nome ancora da trovare: CRODONI non sembrerebbe funzionare troppo, MILANO LIBERA neppure. Ma, dopo che valenti chef si sono inventati la cucina con la Coca cola, le riduzioni fredde di Campari, bisognerà capire se qualche astuto creativo troverà la formula magica…ehm, qualcuno ci ha già provato, sigh!!!

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=hhC3doVxHRg[/youtube]
Condividi!

Circa l'autore

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Lascia un commento