Cozze surgelate: perché?

4

Le cozze possono essere indifferentemente odiate oppure amate: chi le disdegna è perché le immagina colte in acque non propriamente raccomandabili per il bagno di piacere in mare ,chi le apprezza è per il piacere carnoso dato dalla masticazione che libera sapori decisi. Pur con queste problematiche, e avendo dovuto subire a lungo l’inevitabile raffronto con le cugine ostriche, sono sempre riuscite a reggere il duro testa a testa.

cozze surgelateCon la versione surgelata hanno perso tutta d’un colpo la credibilità conquistata nel corso degli anni. Mettete da parte il buongustaio, chi le sceglie sembra quasi la coppia di amanti in bolletta, desiderosi di mimare l’amplesso gustativo ottenuto con i frutti di mare di più nobili origini, accompagnando i mitili con un modesto  frizzantino al posto dello  champagne. I muscoli (altro nome ammesso) sono diventati ben presto alimento adatto a tutte le età, per l’aria festosa e rassicurante fornita nelle versioni “marinara” e “aglio e limone”. Spogliate del rivestimento, infilate in busta sottovuoto e sottoposte al freddo glaciale, ne sono uscite tramortite come un pugile suonato del ring. Il colore arancione acceso si è sbiadito fino a diventare un grigio triste, la consistenza carnosa e succulenta si è trasformata in elastica e filacciosa.

cozze surgelate Al riemergere dal letargo glaciale, qualunque forma di rianimazione è sempre risultata vana, tanto da obbligare i cuochi più fantasiosi a coprirle di spezie, verdure e condimenti per cercare di restituirle a nuova vita. Insomma, un prodotto che potrebbe uscire decisamente dal mercato!

Condividi!

Circa l'autore

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

4 commenti

  1. orrido confermo ma il surgelato per molta gente è una risorsa, fa dispensa.Penso a tutte quelle persone che per motivi logistici non riescono ad avere pesce fresco da degustare…è un guaio
    il surgelato in ristorante è quasi intollerante
    Ed anche oggi mi sono incartato

  2. leonardo so che non centra nulla con le cozze… ma (secondo me) centra con l’orrido hai mai sentito parlare o visto o degustato
    (vanno tanto di moda messi come tocco finale sul piatto finito)
    sugo spumoso,schiuma di lievito, schiuma di birra, chiedo perdono ma sui piatti mi da dell’orrido ricorda tanto la bava
    Rifiuto!!!!!
    Un tuo commento…

  3. Fabrizio Pianta -

    Saro’ ingenuo ma voglio pensare che non ci sia persona al mondo che abbia non dico tanto ma almeno un palato che non sia foderato di lamiera a tal punto da riucire ad apprezzare queste porcherie! E non mi si dica che il pesce fresco non si trova. Magari non si trova tutti i giorni ma solo di martedi’ e venerdi’ ma ormai si trova davvero in ogni angolo d’Italia. La notte pescano la mattina smistano e te lo ritrovi su banchi delle pescherie alle 8 di mattina in tutta italia. Sono sempre per alimenti freschi piuttosto che surgelati ma all’occorrenza ci si potrebbe anche accontentate ma per il pesce mai e poi mai surgelato. Si snatura completamente ogni proprieta’ della povera bestiolina…niente piu’ profuno…consistenza gommosa…sembra di mangiare i copertoni.

Lascia un commento