Chicco, pizzeria a Colle val d’Elsa

0

“Nessuno è profeta in patria”: citazione biblica sempre valida se si osserva lo sviluppo della carriera, soprattutto nel settore dell’enogastronomia, dove una delle cotanti sembra sia quella del viaggiare per imparare ad affermarsi. E quindi Stefano Canosci lascia la nativa Sansepolcro per arrivare a Certaldo: “cherchez la femme” in questo caso, più che il sacro fuoco del forno a legna è l’ardore dell’amore che lo fa spostare. Il tempo di trovare un locale a Colle, inaugurarlo ed ecco che, i casi della vita, la storia finisce, ma la pizzeria resta. Ed è stato bravo a credere e portare avanti un progetto che lo vede operare in un territorio non così facile: vicino a grandi centri turistici, ma non il paese protagonista, con il settore industriale vetrario andato in crisi e quindi una clientela da farsi convincendo ogni persona. Pizza solo con lievito antipasto da chiccomadre, farine diverse a seconda si tratti di estate o inverno: quella estiva viene fatta a Montaione su miscela propria. Una lista delle pizze è quella tradizionalissima, e comprende anche la 4 stagioni, la capricciosa e la 4 formaggi: concessione dovuta al pubblico straniero che affolla la campagna senese nel periodo estivo. Altrimenti, conviene provare le pizze che hanno la sua firma: soprassata toscana e ‘nduja, il calzone, ma anche la semoplice Margherita, hanno una riuscita perfetta. Cottura in forno di circa tre minuti, perfette sul fondo senza acqua, pomodoro di gradevole dolcezza senza acidità eccessiva. Completa l’offerta anche una proposta di cucina , il tutto consumato in un ambiente dove si mescola l’antico ed il moderno. Conviene la sosta .

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Leave A Reply