Filippi

Chiara Ferragni acqua limited edition

0

Una volta erano gli stilisti che mettevano la firma ovunque: erano i favolosi anni Ottanta, e bastava comprare mattonelle, come occhiali, ma anche orologi,  e molti altri oggetti dei più disparati per beccarsi la firma di Moschino, Armani, Coveri e tutti i più famosi dell’epoca. Sono arrivati ai piatti e ai casalinghi, Ferré firmo una bottiglia di Brunello Frescobaldi, ma il settore alimentare rimaneva abbastanza tabù, fino alla nascita casomai id catene di ristoranti, vedi Armani e Just Cavalli. Poi la San Pellegrino ha sfruttato l’idea per l’acqua minerale, ed è stato il turno di designer, ancora stilisti, per vestire almeno in parte le bottiglie di acqua gasata in bottiglie di vetro. E non poteva mancare però l’esordio della influencer più famosa d’Italia per l’acqua: in questo caso, bottiglia di plastica per ottenere il brand di Chiara Ferragni. L’operazione sarà stata studiata nei minimi particolari dagli strateghi del marketing, sarà un successo clamoroso, ma la domanda rimane una sola: chi la compra e perché

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Leave A Reply