Filippi

Chi apre, chi chiude, chi va : novità a Firenze in campo ristorativo

0

L’inizio del nuovo anno porta con se’ alcune novità, in campo ristorativo, e la piazza fiorentina si conferma quale luogo interessante ed eclettico per chi si occupa di cibo a livello professionale. La prima novità riguarda Romualdo Rizzuti, patron de “Le Follie di Romualdo”, in viale Europa che dall’ 8 Gennaio sarà aperto anche a pranzo, dal lunedì al venerdì, con un menu del giorno e una scelta di tre pizze, mentre prosegue in maniera classica la sera: abolito il giorno di chiusura. Sempre riguardante Romualdo, è interessante notare la collaborazione con  Daniele Pescatore, che inizierà ad occuparsi della cucina del locale. Martedì 9 gennaio, cocktail di inaugurazione per il “Gucci Garden”, in piazza Signoria, una sorta di elegante bistrot che vede la “firma” di Massimo Bottura. Ha lasciato i fornelli de “La Ménagère” Donato Mutri, lo chef che aveva le redini della cucina già pochi mesi dall’apertura: andrà a dirigere un ristorante italiano a Parigi, mentre non è avvenuta nessuna sostituzione interna. Interessante sarà vedere invece quale sarà la proposta gastronomica, preparata sempre dallo staff del locale di via de ‘Ginori, quando aprirà lo Student Hotel di viale Spartaco Lavagnini. A loro, infatti, è affidata la gestione di uno spazio di 2000 metri quadri: la parte architettonica e di interior design sarà curata sempre dai fratelli Baldini, che si sono occupati anche di altri locali alla moda come Ditta Artigianale, a Firenze, o il Mercato Centrale di Roma. Chiuderà per ristrutturazione per poco, ma intanto è interessante la pizza proposta da I Ghibellini, in piazza San Pier Maggiore dopo l’arrivo di Carmelo Mancia, pizzaiolo già presente a la Buoneria che, in controtendenza con la moda attuale, propone una pizza bassa, ma dalla buona lievitazione.  E’ durata circa un anno l’esperienza del Bejing 8, situata nella centralissima via de’ Neri: i  dumplings non hanno incontrato il gusto dei fiorentini, ma nemmeno dei numerosi turisti presenti in centro. Lascia la gestione del bar del Cinema Teatro La Compagnia lo staff di Ditta Artigianale, concentrandosi maggiormente sui locali di maggior successo posti in via dello Sprone e via de’ Neri. Il 18 Febbraio apre FAC, che vede protagonista Simone Cipriani e tutto lo staff di Essenziale: il luogo è centralissimo, l’ultimo piano di Eataly Firenze, in via Martelli. Ha aperto a dicembre in via de’ Renai la trattoria Badalì, che vede ai fornelli Nicola Schioppo, per anni titolare e responsabile dell’osteria Cipolla Rossa, in via de’Conti. Sempre a dicembre, ha aperto i battenti un altro indirizzo di cucina etnica di livello: One night in Bejing,in via del Prato, alla Rotonda Barbetti. Rumours danno per certo l’arrivo di un grande pizzaiolo napoletano, Gino Sorbillo, con una location molto centrale. Nasce dall’incontro di due imprenditori già presenti nel settore, Francesco Catani e Santino Cannamela l’Osteria de’ Cicalini, in via delle Oche. Nei locali che per anni hanno ospitato la trattoria Godò, nasce la Bottega Bordò, che vede in pista Luca Cancellara, protagonista della nightlife fiorentina. Due le aperture in Borgo San Frediano: apre la seconda sede La Prosciutteria, già presente in via de’Neri, e la terza sede di Koto Ramen, con sedi in via Verdi in citta e, a Prato, in via Valentini.

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Leave A Reply