Castaldini nel viale dei Mille a Firenze

0

Il nome è storico, fino a qualche anno fa, prima del cambio gestione, si entrava nel locale e sembrava di fare un viaggio nel tempo: gli arredi antichi, il caffè e il cappuccino serviti in tazze di vetro, le cameriere al banco vestite fuori moda..i lavori di ristrutturazione hanno fatto perdere molto del fascino originale, ma l’insieme è gradevole. Ci sono tavolini dove poter sostare per mangiare. La brioche con la crema on manca dello zucchero a velo tanto vituperato, ma la pasta è pulita, ben sfogliata, non impasta la bocca, la quantità di crema è giusta, con sentori aromatici delicati, godibile. Buono anche il cappuccino, caldo al punto giusto, dalla cremosità bilanciata senza diluizione finale

Condividi!

Circa l'autore

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Lascia un commento