Cappuccetto Rosso. Cibi e storie a casa tua

0

Ma è una storia vera? chiese la bambina alla nonna

Certo, sembra una favola, ma è una storia bella successa in tempo di quarantena. Sai a quei tempi eravamo tutti chiusi in casa per via del virus cattivo e non si poteva uscire, figurati andare al ristorante! Allora sai cosa fece un cuoco del mio paese Pontassieve?

Si inventò un progetto fighissimo, vieni qua ti racconto tutto…

Il Progetto

Cappuccetto Rosso: cibi e storie a casa tua è un progetto ideato da Stefano Frassineti cuoco e pilastro di Toscani da Sempre a Pontassieve e Le tre Rane -Ruffino. Con l’aiuto prezioso di amici concittadini si inventa una consegna a domicilio di un paniere, come quello di Cappuccetto Rosso che va a trovare la nonna malata, sfidando il buio del bosco e il lupo birbone. Nel paniere insieme al piatto ordinato viene consegnata anche una favola, il modo più antico di esorcizzare la paura, che oggi attanaglia tutti noi.

Stefano Frassineti. Ph Gilberto Bertini

Come funziona?

Stefano prepara un piatto al giorno nella cucina del ristorante. Quello che era il piatto del giorno all’osteria adesso diventa il pasto del cuoco e della sua famiglia, ma resta la voglia di condividerlo con i clienti, che in fondo per il ristoratore non sono certo degli estranei, ma parte di una famiglia allargata.

Ecco quindi l’idea di condividere lo stesso cibo in un paniere e consegnarlo di persona ai clienti; insomma a suonare alla vostra porta ci sarà un cappuccetto rosso speciale, meglio detto cappuccetto grosso, molto grosso: Stefano Frassineti in persona.

Ecco un modo originale ma reale, per stare vicini ai propri clienti, ma alla distanza di sicurezza. Consegna sull’uscio di casa, in totale rispetto delle norme adesso vigenti.

Come si ordina?

La domenica esce il menu settimanale (visibile sulla pagina facebook dedicata): https://www.facebook.com/CucullaRubra

un piatto al giorno più una favola, dal lunedì al sabato, ordinabile anche il giorno stesso entro le 15.00.

Insieme al primo piatto troverete nel paniere anche un piccolo stuzzichino a sorpresa; se invece ordinate il secondo piatto vi arriverà nel paniere il contorno e del pane buono fatto direttamente da Sandra Pilacchi (http://www.sonoiosandra.it/).

Il paniere viene consegnato in giornata entro le 20.00 e, udite udite, il tutto ad un prezzo sociale di 6€ fissi, che permette di sostenerne i costi, consegna compresa. Non siete obbligati a mangiarlo subito, infatti potete scaldare il cibo consegnato in padella o nel microonde, come e quando vi piace.

Il servizio per ora è attivo solo nel comune di Pontassieve (comprese le frazioni di Sieci e Molino del Piano) e nel comune di Rufina e frazioni, oltre alle frazioni di San Francesco (Pelago) e Rosano (Rignano sull’Arno).

Morale della Favola

All’interno delle confezioni realizzate con il contributo di Grafica Znoymo e decorate da Claudia Bessi, le favole saranno quelle dei grandi autori classici, da Esopo ai fratelli Grimm. Una favola è per tutti, grandi e piccini. In questo momento di emergenza rischiamo di comportarci tutti come bambini spaventati, ecco che la fiaba ci viene in soccorso come allora, quale modo di esorcizzare le paure prima del sonno e del buio.

Contatti

Prenotazioni via Messenger, Cellulare e WhatsApp (392 8476361), mail stefano@toscanidasempre.it

Il pagamento potrà avvenire tramite PayPal (paypal.me/CappuccettoRossoFI) o in contanti, con il primo metodo consigliato per disincentivare il passaggio di denaro.

 

Condividi!

Circa l'autore

Riguardo a Sabrina.Somigli Microbiologa poi sommelier, ristoratrice e food blogger. Cercatrice di erbe spontanee e appassionata di somme matematiche: quelle tra farina più acqua uguale mille pani diversi. Chiantigiana della Rufina, concentrata nelle dimensioni, in pratica un caratello di vin santo; dolce o secco a seconda dell' annata, dell'oroscopo e dell'umore.

Lascia un commento