Filippi

Caffè Rainer a Firenze

2

L’importante, nella vita, è avere un obiettivo in testa e volerlo raggiungere: prima o poi la soddisfazione arriva. La vita professionale di Rudolf Rainer la potremmo riassumere in questa frase: ha lavorato per 14 anni come cuoco al ristorante “Cibreo” di Firenze ma con in testa il sogno di aprire un caffè, come aveva fatto suo padre a Innsbruck, sua città di origine. E ce l’ha fatta 6 mesi fa, insieme alla moglie Silvia Rabito, nei locali che ospitarono un ristorante famoso negli anni Ottanta, “L’antica Macelleria”. Il posto è lindo, essenziale, luminoso: un grande specchio ad ornare una parete, un divanetto con tavolino basso, 6 tavoli rotondi dove sedersi a fare colazione, ma anche a mangiare un pasto veloce, a pranzo; certo però che qui si viene soprattutto a gustare la pasticceria, di chiara impronta austriaca. Millefoglie con crema antica, ovviamente la Sacher, e non potevano mancare le paste lievitate, ben 14 tipi sfornate ogni mattino. Rudolf lavora da solo in pasticceria, utilizza materia prima di qualità, niente margaraina, solo burro francese. Domani festeggia il “Macaron day”, ottima occasione, per chi è in città, per fare una prova sul campo della bontà delle preparazioni. Sosta insolita e piacevole in città. con una cosa ancora migliorabile…sul caffè, inteso come bevanda si può fare di più!

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

2 commenti

Leave A Reply