Bar Jaster in via Cennini a Firenze

0

Che poi, a passarci di fretta il bar quasi non lo noti..la via è stretta, vicino alla stazione, conosciuta più per la trattoria che si trova vicino al bar, “I due G” e per il grande viavai dovuto alla vicinanza con il Palazzo dei Congressi. Non apre all’alba, oraio previsto per le 8: un banco, degli sgabelli e poi, dietro, una stanza con i tavolini dove è possibile maniare a pranzo e bere la sera. La ragazza al banco è gentile e professionale, la brioche alla crema consegnata non è di quelle indimenticabili: poco fragrante, potrebbe essere appetibile se appena riscaldata, altrimenti la pasta interna non si sfoglia, risulta non pulita e netta. Ma il cappuccino..arriva nel tempo giusto e la temperatura è perfetta: cremoso al punto giusto, con la consistenza ideale e caldo fino in fondo senza scottare, sapore del caffè che ritorna nel retrogusto senza lasciare elementi amari o bruciati..il treno può anche aspettare!

Condividi!

Circa l'autore

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Lascia un commento