Aperitivo: perché ci siamo tutti Spritzzati?

7

Una volta si doveva arrivare a Venezia per capire che cosa era lo spritz: insieme ad un indigeno locale, si scopriva la moda di bere al momento debito un aperitivo locale, anche se, a onor del vero, ogni momento era quello giusto!

spritz

La prima cosa da imparare era la specifica: si preferiva Aperol, Campari. o Select  Altra precisazione era quella sull’oliva, se la si voleva inserire dentro o meno: e già uno si chiedeva il perché, visto e considerato che tale abominia non sarebbe mai venuta in mente ordinando, che so, un Barolo o uno champagne.

 

Lo spritz stava a Venezia come il panino con il lampredotto a Firenze, o la piadina in Romagna, un prodotto da consumare in loco: poi, complice la moda del Prosecco, che ha aumentato le vendite in maniera esponenziale, ecco che lo spritz ha invaso i bar del Belpaese, facendo la felicità dei baristi di ogni dove oltre ad allietare i vignaioli del prosecco.

spritz

Non è stata una moda effimera, è l’aperitivo che si beve davvero a tutte le ore anche pasteggiando. Io lo preferisco con il Campari. è grave?

Condividi!

Circa l'autore

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

7 commenti

  1. Bravo Prof, anche io lo preferisco di gran lunga con il Campari, almeno conferisce un pò di carattere al “prosecchino” che di solito ci propinano…

  2. la differenza è socialpolitica…
    aperol proletario e campari snob
    ma poi legata al gusto personale…..meglio Aperol però!!!!

  3. Ciao Leonardo!
    Perfettamente d’accordo, lo spritz si beve solo a Venezia, o a casa tua se ti trovi una veneziana tra i piedi 😜
    Lo spritz con il Campari non è grave , è ottimo! (per me è lo standard), ma in una delle sue prime lezioni la sposa veneziana mi spiegò che il Select è per signore e signorine, il Campari per uomini, il Cynar per fini intenditori.

    Buon anno, un abbraccio!

  4. E la moda è arrivata anche a Londra! la scorsa estate girare per Covent Garden e vedere tutti bere Spritz non so se è stato deludente o divertente.

    Se pero’ chiedi perché va tanto di moda, una delle ragioni è fuori dalle logiche del mondo enogastronomico… è uno dei cocktail più “instagrammabili” 😉
    altro che gin tonic!

    comunque a Venezia, Treviso, Verona, che di Spritz ne bevono a fiumi, costa 2/3 € mica 7-10 € come da noi!!!
    🙂

Rispondi a Nelli Cancella risposta