Pasta Artigianale Morelli

Alessandro Narducci, in morte di un giovane cuoco

0

Chissà cosa ti passava in testa, alla fine della manifestazione, quando hai inforcato lo scooter per tornare a casa, in una Roma che avevi ritrovato e conquistato. Probabilmente solo la voglia di scaricare l’adrenalina accumulata durante il giorno, il momento atteso dopo un lavoro che ti prende anche quando sei in riposo, la quiete dopo la tempesta. A meno di 30 anni la vita ti sorride, ed ora che dei cuochi si parla tanto, probabilmente eri contento che si parlasse anche di te, in senso positivo. Per la tua professionalità, perché eri bravo e competente, e per esserlo da giovani bisogna lavorare tanto e sodo. Sì, viaggiare è stato come sempre doveroso, ma poi Roma ti ha accolto di nuovo da protagonista, a giocare una scommessa vinta da subito. Ma a parte il lavoro, alla tua età si ha voglia di ridere e di scherzare, di godere e di appassionarsi, di immergersi in un mondo che ha tante cose da scoprire. Mi immagino i progetti che ti frullavano in testa, i sogni che pensavi si sarebbero realizzati, un futuro rappresentato da una tela ancora povera di colori, che si sarebbe riempita con il tempo. Sei morto con una collega di sala, ancora a confermare che chi fa questo lavoro vive una vita fuori dagli schemi e della routine, un mondo a parte che scorre accanto a quelli che non capiscono le imprese titaniche che riuscite a fare. DI sicuro hai vissuto e fatto più cose tu di tanti che si trascinano stancamente negli anni per una mera sopravvivenza. Poi lo schianto che annulla tutto in un attimo. Che i giovani cuochi ti vedano sempre come un esempio da seguire

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Leave A Reply