A Villa Calcinaia la presentazione di ” “FiorentinaSteak&TuscanWine22″, l’NFT (non-fungibile token)

0

Quante volte ci capita nella vita di percorrere direttrici “principali” per dirigerci in certi luoghi o mete specifiche senza voltarsi lateralmente per scoprire ciò che di bello ci circonda?

Purtroppo anche a me è successo sovente, ma per fortuna riunioni di lavoro, occasioni tra amici, presentazioni di vini o altre iniziative fanno in modo che a questo mio limite si ponga rimedio. Entrando nello specifico, grazie all’evento promosso da Italian Wine Crypto Bank – “FiorentinaSteak&TuscanWine22″, l’NFT (non-fungibile token) ho potuto scoprire Villa Calcinaia, una bella e storica realtà vitivinicola situata nel cuore del Chianti  vicino a Greve.

Villa Calcinaia

Presso Villa Calcinaia è possibile rivivere, per merito delle parole del titolare  Sebastiano Capponi, la passione, l’amore, l’orgoglio, la determinazione che la famiglia Capponi, proprietaria da 37 generazioni, fin dal lontano 1524, ha per questo mestiere, queste terre e soprattutto per ciò che hanno fatti gli avi.

Villa Calcinaia

Dai circa 30 ettari di vigneto specializzato, la famiglia  Capponi produce vini conosciuti ed apprezzati a livello internazionale : Chianti Classico, Riserva, Gran Selezione, dove il vitigno che la fa da padrone è il sangiovese senza però tralasciare il mammolo e il merlot in purezza, oltre a realizzare spumante metodo classico, vin santo, grappe, aceto di vino rosso ed olio E.V.O, prodotto negli otto ettari di oliveti di proprietà.

Villa Calcinaia

Molta attenzione è rivolta anche all’ambiente ed alla sostenibilità:  l’azienda dal 2000 partendo dagli oliveti, per poi estendersi ai vigneti,  è a conduzione biologica,  coinvolgendo anche i vivai utilizzati per la costituzione del materiale per le barbatelle utilizzate per i nuovi impianti. Parte dei 200 ettari è inoltre adibita a zona di rispetto venatorio per il ripopolamento della selvaggina locale.

All’interno di questo scenario si è svolta, dietro l’organizzazione di Allumeuse comunication, la presentazione a cura di Anna Paclet del primo NFT (Non-Fungible Token) della storia per un piatto tipico italiano e anche il primo rivoluzionario “adesivo da viaggio” dell’era WEB3. 0, un esclusivo ed inalterabile souvenir digitale.

Villa Calcinaia

Due sommellier di eccezione come Anna Paclet(che coordina il progetto) con l’ausilio di Andrea Gori  hanno infatti illustrato ai presenti in cosa consiste  NFT FiorentinaSteak&TuscanWine22 che rivoluzione le experiences di cibo, arte, vino e trusimo  unendole insieme.

Firmato da Gianluca Biscalchin e Andrea Gori l’NFT “FiorentinaSteak&TuscanWine22” include la experience della Bistecca Fiorentina (per 2) in sei ristoranti di Firenze: Ristorante Cammillo, Cibrèo, Ristorante l’Ora d’Aria, Regina Bistecca, Tullio a Montebeni e Trattoria da Burde con il Chianti Classico di Villa Calcinaia, cantina partner dell’Italian Wine Crypto Bank con altri benefici collaterali quali abbonamenti a riviste, copie di libri, degustazioni di formaggi

L’esclusivo NFT coniato da Italian Wine Crypto Bank in collaborazione con CryptoWineDineArt avrà un costo di  250 euro e sarà in vendita dal 16 giugno fino al 10 agosto sul sito di Italian Wine Crypto Bank o direttamente attraverso il ristorante scelto per fare la Fiorentina Experience.

Un’ anticipazione di tutto questo è stata possibile averla e viverla direttamente presso Villa Calcinaia con un’ottima degustazione di vini dell’azienda ospitante, che accompagnavano la Bistecca Fiorentina realizzata dalle  mani dei due chef :Paolo Gori: titolare della trattoria Da Burde e Marco Stabile patron del ristorante Ora D’Aria

Villa Calcinaia

In definitiva, in questo mondo che vira sempre di più verso la tecnologia, informatica ed innovazione, potrebbe  essere, come dice Davide Casalin, Ceo dell’Italian Wine Crypto Bank una chicca per buongustai e collezionisti di tutto il mondo oltre che un “benchmark” per i visitatori più sofisticati che arrivano a Firenze ,

NFT come questo potrebbero cambiare il mondo del turismo, essendo POAP (Proof of Attendance Protocol digital memento), dell’era del WEB3.0 e potrebbero diventare popolari come gli adesivi che i turisti mettevano un tempo sulle valigie per provare di essere stati in un posto, ma anche come testimonianza di una experience indimenticabile”.

Villa Calcinaia
Via di Citille, 84- 50022 Greve in Chianti (FI)
Telefono: 055-853715
Fax: 055854008
Email: commerciale@villacalcinaia.com

Per prenotazioni https://italianwinecryptobank.com/

Condividi!

Circa l'autore

Nella vita Ispettore qualità e certificazioni nel settore agroalimentare. Da sempre, attento alle eccellenze enogastronomiche che il territorio offre con le sue storie ,tradizioni , innovazioni e relative peculiarità.

Lascia un commento