fbpx

5 panini da fare all’occorrenza

0

Il panino è cambiato, è diventato gourmet, è entrato negli alberghi di lusso, è un cibo POP, quello che salva nel fuori orario. Si perché, se uno ha fame alle 11 del mattino o alle 15 del pomeriggio, cosa può mangiare che non crea problemi, da un punto di vista sociale o semplicemente pratico? Mangiare una bistecca o un piatto di spaghetti può lasciare perplessi, invece le due fette di pane che racchiudono la qualunque possano diventare la salvezza. Ecco allora 5 panini che possono fare la differenza, soprattutto pensati per diversi stati d’animo, diverse voglie alimentari, ma anche diversi momenti della giornata

APPETITOSO

Le acciughe sono di quelle sotto sale, lavate e poi messe con olio EVO,  aglio e prezzemolo tritati insieme ad un semplice goccio di aceto Adagiate su una fetta di pane integrale, leggermente tostata,  spalmata di robiola, con una foglia di lattuga. Quindi capperi, pomodori secchi a cubetti, origano. Un pesto leggero, preparato come quello alla genovese senza nessun tipo di formaggi a coprire il tutto. L’altra fetta di pane, sempre spalmata di robiola, tutto condito con pepe nero macinato al momento

ELEGANTE

L’affumicato fatto diventare meno volgare Pane con farina multicereali, dal colore scuro e dal gusto ben pronunciato, quindi burro all’erba cipollina, fette di salmone affumicato, scorza di lime grattugiato, fettine di cipolline bianche rese più delicate in acqua fredda. Filo di yogurt magro alla menta.

GUSTOSO

Focaccia non troppo salata ma che preveda presenza di grasso. Tomino piemontese, fette di bacon appena scottate,  foglie di basilico, peperone grigliato privato della buccia. Il tutto scaldato nel fornetto elettrico non compresso però!

ECCITANTE

Fette di pane bianco toscano, quindi ‘nduja mescolata a stracchino, spalmata e fatta appena riscaldare. Quindi aggiunta sopra di melanzane grigliate, maggiorana, fetta di scamorz affumicata, il tutto fatto ancora riscaldare coperto

VEGANO

Maionese di soia aromatizzata con dragoncello, spalmata su un panino modello classico, oserei dire da trippaio. Poi misticanza di insalata, semi di papavero e semi di sesamo, finocchi grigliati, fagioli lessati e ridotti in crema, fette di zucchine sbollentate e conservate sott’olio

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Leave A Reply