Filippi

5 modi di diversi di cucinare la polenta dopo Natale

0

Per chi sta trascorrendo le vacanze in montagna, sarà un piatto quasi abituale, magari gustato la sera al ritorno dalle piste da sci, ma per chi rimane in città la polenta a Santo Stefano può rappresentare una novità assoluta. D’altronde, questo è uno dei modi più eleganti e divertenti per riciclare gli avanzi copiosi del Natale. Eccomi a voi con 5 condimenti diversi, magari legati a cotture differenziate

PREPARAZIONE DELLA POLENTA

Versata a pioggia in acqua salata, una cura costante nel girarla, non fornello ma piastra, anche elettrica, tutti elementi che permettono di rimanere un’ora accanto al calore. Magari mettete una musica di sottofondo che non guasta. Consiglio Enjoy the Silence Depeche Mode

CONDIMENTO AL CAPPONE

Lo avete lessato? Fatelo a filetti, saltatelo in padella con aglio, prezzemolo e peperoncino,quindi pomodoro e fatelo cuocere a lungo, aggiungendo anche funghi secchi ammollati. Deve essere concentrato e saporito

CONDIMENTO AL COTECHINO

La polenta la fate raffreddare, la tagliate a fette, quindi su ogni fetta il cotechino e della fontina. Tra i due, un pomodoro secco fatto rinvenire. In forno a far sciogliere il tutto

CONDIMENTO AL TACCHINO

Sarà stato sicuramente arrosto. Quindi lo disossate, lo fate a filetti anch’esso e poi lo condite con basilico tritato, scorza di limone, sedano bianco croccante, capperi, olio EVO, aceto di mele. Va poi su crostini di polenta fritta,

CONDIMENTO ALLE LENTICCHIE

Saranno già cotte, quindi passatele e preparate una crema spumosa unendo dell’olio a filo. Quindi versate la crema sulla polenta morbida e, in superficie, pancetta croccante, mandorle sfilettate e tostate

POLENTA “TUTTI FRUTTI”

Ovvero tutto quello che avete lo utilizzate. Partite dalle croste di parmigiano messe nell’acqua a bollire, quindi tolte fatte a cubetti e tostate in forno. Poi, a fine cottura amalgamate il misto formaggi che trovate in frigo unito ai salumi assortiti utilizzati per l’antipasto. A condire le verdure del brodo e anche quelle fatte di contorno saltate in padella con porro e le erbe aromatiche avanzate

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Leave A Reply