5 errori da evitare per un bravo cameriere

1

Il cameriere, di questi tempi, è un lavoro ricercato, soprattutto per quanto concerne la ristorazione cosiddetta alta, ovvero dove viene proposta una cucina ricercata, in un ambiente bello e importante. C’è bisogno di persone che sappiano le lingue, che siano informate dei fatti di attualità, che abbiano interessi nel settore culturale per poter scambiare due chiacchiere con i clienti, e che riescano ad avere empatia, non sempre elemento scontato,  malgrado la professione. A questo si aggiunga la voglia di avere cura di se’, di essere preparati professionalmente su tutti i settori di loro competenza e quindi vini e spumanti,distillati, formaggi,caffè : tutto quanto viene portato a tavola non deve avere segreti, ma allo stesso tempo non si deve essere pedanti nel raccontarlo. Scritta così sembra che sia un lavoro terribile, invece per chi ama stare in mezzo alla gente è un lavoro bellissimo. Ultimamente, nel mio peregrinare quotidiano tra ristoranti,  ho notato una serie di sbagli ricorrenti, che magari è utile far notare.

POSTURA Un bel corso di postura potrebbe essere utile quando ci si rapporta ai clienti: il giusto equilibrio tra essere troppo piegati di fronte all’ospite o al contrario, mostrarsi baldanzosi al limite dell’arroganza. Normalità è la parola d’ordine.

PROPOSTA Se l’aperitivo non è offerto ma è fatto pagare, cosa normale d’altronde,bisogna fare attenzione a mostrare subito la carta con il prezzo e, oltre a questo, evitare di chiedere più volte se uno gradisce un aperitivo, Quando uno ha già risposto, inutile tentare la vendita aggressiva.

RIEMPIRE IL BICCHIERE Non si giudica un cameriere solo dal fatto che in sala si muova e faccia qualcosa, può bastare lo sguardo, un controllo, un sorriso non di maniera, per fare contento il cliente. Riempire quasi forzatamente il bicchiere dell’acqua o del vino, solo per far consumare un po’ di più, non depone a favore della professionalità.

CONTO Lo riportavano anche i vecchi testi delle scuole alberghiere, il cliente al momento del conto ha fretta, quindi le pratiche che riguardano l’emissione della ricevuta ed il pagamento devono essere sbrigate velocemente. Se poi un cliente ha voglia di rimanere a chiacchierare lo farà dopo aver pagato, mai prima.

SALUTO Se il responsabile di sala non si fa vedere al momento del commiato è veramente di cattivo gusto. Senza aggiungere altro.

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

1 commento

  1. concordo molto su tutto e aggiungo: camerieri che trottano (lo vedi, sono indaffarati, c’hanno da fare!) ma che per nessun motivo controllano i tavoli per rabboccare – eventualmente, se necessario – acqua / vino / birra (che, a fine serata, fanno soldini di incasso in più) se terminati

Leave A Reply