Spinaci e braccio di ferro

5

Se diamo retta a Braccio di Ferro, dovremmo mangiare chissà quanti spinaci per assumere ferro nella giusta quantità. Fa parte delle leggende metropolitane la storia di mangiare spinaci perchè contengono ferro: ovvero, ce n’è, ci mancherebbe, ma forse facciamo prima con un pezzo di carne rossa! Gli spinaci sono oggetto di varie credenze: se quella del doverli lavare a fondo è verissima, causa la ricchezza di terra che rimane attaccata, meno valida è l’idea di cuocerli in abbondante acqua: ne basta poca, anche solo quella rimasta attaccata dopo il lavaggio. Alla fine devono risultare “croccanti”: addirittura si possono mettere da crudi nell’aglio che sfrigola in padella insieme all’olio. E poi il bicarbonato: ma quando mai! Serve per tenere di più il colore verde, ma li spappola del tutto. Infine, una domanda: ma voi, gli spinaci in scatola, sì, quelli che mangia Braccio di Ferro…li avete mai visti??

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

5 commenti

  1. Tommaso Pecchioli on

    no… ma non demordo nella ricerca, prima o poi li trovero!

    certo che se il fine deve essere conquistare una bellezza della caratura di Olivia un po’ la mia determinazione vacilla…

  2. non ti dico che siano come quelli appena colti dall’orto, ma tra le verdure surgelate mi sembra che siano quelle che mantengano meglio un certo gusto naturale e non troppo artefatto 😀

Leave A Reply