Se l’arrivo della primavera fa risvegliare tutti i sensi è merito di alcune verdure: piselli, baccelli, fave

5

Notoriamente a primavera si comincia a parlare di tempeste ormonali: i ragazzi a scuola non si tengono più, il risveglio della natura passa anche attraverso gli uomini e le donne, non solo nei campi cambia la stagione! A tavola, si comincia a voler mangiare profumato leggero, cominciando pian piano a scordarsi di brasati e stracotti per lasciare spazio alle verdure di stagione. Sarà perchè sono germogli, sarà per la forma, fatto sta che di questi tempi diventa difficile dettare alcune ricette agli alunni, o solo parlare di taluni prodotti, se non si vuole rischiare di avere la classe modello pentola a pressione, pronta a scoppiare dal ridere al minimo accenno di doppio senso. Impossibile quindi, descrivere in questo periodo la fragranza di uno zucchino, la dolce consistenza di un pisello, la carnosità di un cetriolo, il legame ardito tra baccelli e pecorino; anche una minestra di fave e patatine può generare mostruose fantasie fantozziane. Meglio dedicarsi inquesto periodo a piatti più semplici come pane e salame…no, meglio il prosciutto cotto!

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

5 commenti

  1. si è vero le donne confermano i piselli risvegliono i sensi…professore ottima visione della cosa ma anche la patata risveglia i sensi

Leave A Reply