Se il Viagra è nascosto nella frutta, oltre che nel vino…

0

L’aspetto che più mi diverte quando leggo notizie come questa è come un ricercatore possa affrontare gli argomenti più disparati con la precisione e scientificità dovuta rispetto a domande che potrebbero essere accolte, dal campione da sondare, con una grassa risata. Ora, secondo lo studio dei ricercatori di Harvard e dell’Università dell’Est Anglia, pubblicato su “The American Journal of Clinical Nutrition”  dopo aver  monitorato le abitudini a tavola di ben 50.000 uomini di mezza età per poi valutarne gli effetti sotto le lenzuola, per evitare disfunzioni erettili, si deve mangiare tanta frutta e bere vino rosso. Fossi un produttore di vino, ne sarei contento e rilancerei la notizia per ogni dove: finalmente sarebbe rotto il classico schema della cena romantica che, per avere successo con le donne, si deve sempre bere champagne e mangiare frutti di mare. No, a letto funziona una frutta rossa, siano esse ciliege, mirtilli, ribes o more ed un vino rosso non troppo alcolico: sì, perché, va bene tutto, ma l’eccesso di alcol se può liberare i freni inibitori, soprattutto tra le rappresentanti del gentil sesso, può diventare un prodotto pericoloso per i maschietti. quindi sarebbe divertente capire come combinare le giuste quantità e quali piatti potrebbero inventare gli chef per favorire incontri galanti a tavola con risultato finale assicurato. Certo, però, volete mettere ostriche e champagne…

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Leave A Reply