Se al cameriere stai antipatico…

0

L’animo umano è divertente perché variegato e non classificabile. Il cameriere ha un osservatorio privilegiato, rispetto alla fauna che deve frequentare ogni giorno, con la quale si deve rapportare in una maniera professionale, ovviamente a seconda della tipologia del locale nel quale lavora. Senza dover arrivare alle offese dirette e becere di camerieri nei locali,  che hanno fatto della parolaccia e della maleducazione il loro motivo d ‘interesse, di sicuro capita anche ne ristorante stellato che il cliente non ispiri il massimo della simpatia. La professionalità permette di evitare, chiaramente di mostrare direttamente il sentimento di antipatia, ma se non le parole, è il linguaggio non verbale che permette di capire che tipo di rapporto si instaura durante le due ore passate a tavola. Il tono della voce, per cominciare: non troppo alto, che obblighi il cliente a tacere per ascoltare e crea quella sorta di distacco formale che sarà il cameriere ad,eventualmente, a far cadere questa barriera. Il non rispondere alla prima richiesta di aiuto, con lo sguardo che vaga leggermente rispetto a mani che si alzano,  per chiedere assistenza, solo per  rispondere invece all’aiuto del cliente più smart. L’appoggio delle stoviglie sul tavolo, con quel tocco leggermente meccanico che fa capire come ogni arrivo di nuova portata possa creare una sorta di lieve tensione emotiva, che si spera sciolga quello che è contenuto nel piatto. La conversazione che si mantiene su elementi privi di interesse per non stimolare lo stesso cliente a descrivere magari il suo piacere dell’esperienza, dimostrando così , senza darlo a vedere , indifferente alle emozioni provate. E poi , il gioco sui tempi del servizio: il caffè non caldissimo, l’acqua a temperatura media se è stata chiesta gelata, il pane che arriva un secondo dopo la reale esigenza, ma sempre in tempo. Magari, lo ammetto, è quello che una certa tipologia di ospite si merita ma, a questo punto, mi chiedo: cosa prova il cameriere quando è lui che risulta antipatico al cliente? Credits photo www. nippy.tips

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Leave A Reply