Polenta al sugo di sgombro

2

Ingredienti per 6 persone: 1 l di acqua, 300 g di farina di mais,300 g di sgombri, 50 g di capperi 400 g  di pelati , 3 spicchi d’aglio, 1 scalogno, 1 dl di olio extravergine di oliva, sale fino, pepe nero, peperoncino, un mazzetto di prezzemolo, 1 dl di vino rosso, 1/2 dl di aceto

Far bollire l’acqua con il sale e un goccio di olio extravergine di oliva in una pentola capiente. Appena alza il bollore, versare  la farina di mais, girando dapprima con la frusta fino a far addensare il composto, quindi utilizzare un mestolo di legno e far cuocere ancora  per circa 40 minuti. A parte, intanto, tritare finemente l’aglio, lo scalogno  e parte del prezzemolo e farli rosolare con il peperoncino in una padella, insieme con l’olio. Unire i filetti di sgombro,  lasciarli insaporire per qualche minuto e bagnare con vino rosso e poi con l’aceto. Quando il vino e l’aceto sono evaporati, unire i pelati, insaporire con sale e pepe e portare a cottura, unendo i capperi alla fine.  Versare la polenta nelle fondine, coprire con la salsa  e servirla cosparsa di prezzemolo tritato Credits agriturismi.ch

 

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

2 commenti

  1. Ma Beppe Bigazzi da dove viene? Sembrate venire uno da Marte e uno da Venere. Io ho imparato ad apprezzare i sapori semplici e naturali ascoltando lui in tv e lei copre i sapori. Il pesce, per me, lo ammazza col peperoncino. E’ una ricetta per chi non ama il pesce, per chi ha in casa pesce surgelato inodore e insapore o per contro per chi ha in frigo pesce da tre giorni che già puzza ed è meglio nascondere odori e sapori forti con spezie ammazzasapori. Le materie prime buone vanno esaltate non coperte. Esiste un piatto di riciclo pure per il pesce. Saor in Veneto o una cosa simile in altre zone d’italia. Ma la coperta di cipolle serve a conservare un prodotto che andrebbe a male subito e che emana cattivo odore. La cipolla ammazza tutto. Del pesce fresco si deve sentire il sapore dell’acqua del mare.

  2. Sempre valido l’abbinamento anche col pesce… ma vedo maggiormente indicate delle belle sardine, da far cuocere piuttosto brevemente assieme al pomodoro.
    Sia per il sapore maggiormente delicato sia per la tenerezza delle carni, le preferirei allo sgombro.

Leave A Reply