“L’ora del paté”,un libro con una bella storia da raccontare

9

Quando le blogger si mettono su carta, può succedere di tutto: in positivo ovviamente, se uno si trova tra le mani il libro “L’ora del paté” nato da un’idea di Alessandra Gennaro, che ha ideato e conduce,dal 2010, l’MTChallenge, la sfida culinaria, che a maggio compirà ben 4 anni, dove si confrontano blogger di cucina su una ricetta, che ha dato seguito a migliaia di ricette, molto curate e particolari, considerata l’attenzione alla forma che ogni blogger mette nella ricetta, oltre ovviamente alla sostanza. Il primo libro, edito da SAGEP, che vede le fotografie di Sabrina De Polo con le illustrazioni di Roberta Sapino, ha come tema il paté. Molto intrigante il modo scelto di appassionare ad una specialità non certo classicamente italiana: prima il racconto storico, con ampi riferimenti alla Francia, poi l’elenco del materiale occorrente, quindi l’importanza dei preliminari: una pagina con notizie tecniche per cercare di scongiurare qualunque errore evitabile. Inizia da lì il racconto di come si fanno 41 paté di forme, colori e sapori diversi, 30 pani di accompagnamento, 3 tipologie di chutney ed 8 di burro. E’ un libro che si può leggere di un fiato ma anche consultare poco per volta, ricco di indicazioni e aneddoti, con ricette spiegate alla perfezione, essendo le blogger( ma qualche uomo si trova, cercatelo!) minuziose ed esigenti, soprattutto con loro stesse. C’è l’indirizzo di ogni blog coinvolto e quindi ci si può rivolgere all’autore per avere indicazioni precise. Parte del ricavato delle vendite va a sostenere il progetto “Cuore di bimbi della fondazione “Aiutare i bambini”. Credits poverimabelliebuoni@blogspot.com

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

9 commenti

  1. Grazie Leonardo, per questo bellissimo articolo! E’ davvero gratificante leggere parole così lusinghiere da un professionista come lei.
    Un caro saluto
    Una delle blogger partecipanti alla sfida mensile dell’MTC 😉

  2. Grazie signor Leonardo
    per il bellissimo articolo e la sensibilità con cui ha saputo descrivere il libro e il suo contenuto che nasce proprio dalla gioia di noi blogger di metterci in gioco ogni mese con la ricetta di MTC.
    E’ veramente bello vedere che il libro riesce a trasmettere questo spirito GRAZIE
    Un saluto sincero

  3. E’ sempre un conforto, constatare che c’è una corrispondenza fra quello che si vuol dire e il come viene recepito: a maggior ragione quando la posta in gioco è alta, come quella rappresentata dalla carta stampata.
    Ma quando a darci queste conferme è un critico del suo spessore, il conforto si trasforma in un’emozione più intensa, che l’effetto sorpresa amplifica ulteriormente.
    La ringrazio davvero
    alessandra

  4. grazie per questa recensione che ci gratifica oltre misura! ho partecipato come “concorrente” dell’ MTC, ma soprattutto ho disegnato e progettato questo libro con passione come tutte le bloggers coinvolte, l’autrice , la fotografa e la casa editrice che ha creduto in noi. Mi fa estremamente piacere che una persona del suo livello abbia colto le nostre emozioni e il nostro entusiasmo.
    la saluto caramente . roberta sapino

  5. Grazie per aver colto in pieno il senso del nostro progetto! Definirci minuziose ed esigenti soprattutto con noi stesse…è un bellissimo complimento e sprono a fare e dare sempre il meglio! Un caro saluto

  6. Non mi aspettavo di veder colto e così accuratamente descritto lo spirito dell’MTChallenge! Perché se da un lato amiamo curare le nostre ricette, dall’altro non mancano autoironia, levità, voglia di divertirsi e soprattutto la capacità di non prendersi troppo sul serio. Il libro riflette senza dubbio tutto questo, ma leggerne una descrizione così precisa da parte di chi è estraneo alle logiche della nostra Community mi commuove! Grazie di cuore, Dott. Romanelli!

Leave A Reply