Libri in recensione GIN e I FINESTRINI DEL VINO

0

Prendetevi il tempo, scegliete di mettervi in poltrona, per questi due libri obbligatorio un bicchiere di Gin per il primo ed uno di vino per il secondo. La sana lettura cartacea, vi permetterà di interrompere e magari macchiare e far profumare la carta dell’argomento che state trattando

GIN è un libro di Aaron Knoll, grande esperto di Gin, americano, di Buffalo che, secondo l’anedottica che lo riguarda, è diventato amante della bevanda in una notte fredda invernale: considerando il prodotto, poteva accadere anche durante un mezzogiorno estivo! Essere stato colpito da tale distillato, lo ha spinto a conoscerlo ed approfondirne la conoscenza, nel periodo migliore di questo liquore diventato oggi uno dei prodotti superalcolici più consumati. Il suo blog è considerato una lettura essenziale per gli esperti , grazie a recensioni mai banali ed oggi, con l’incremento della produzione in quanto a varietà, il lavoro certo non gli mancherà. Nel libro ripercorre la storia, partendo dal genever, liquore al ginepro olandese del 1600 fino al successo dei nostri giorni con la creazione di gin sempre diversi in base alle aromatiche prescelte. Oltre a 300 recensioni di gin, è possibile trovare informazioni su la storia e la forma del gin e il suo utilizzo nella mixology: in Italia il tutto è pubblicato da Giunti Editore, con revisione tecnica di Gabriella Baiguera.

I FINESTRINI DEL VINO è scritto da Massimo Casprini, un viaggio dentro Firenze per scoprire le buchette del vino …di dove i vinai della case signorili vendevano il vino a Firenze” come recita il sottotitolo. Il libro nasce alla grande passione di Massimo per la città di Firenze, al quale ha donato tempo  per scoprire elementi di storia locale mai banali e scontati. La ricerca è stata minuziosa, faticosa, ma ottimamente documentata, con tanto di foto e riferimenti bibliografici numerosi e circostanziati. Si parte spiegando come i nomi sono stati diversi per le buchette,  quindi inizia a  descrivere la storia che li ha accompagnati fino ad arrivare ad un vero e proprio censimento, che riguarda la città fuori e dentro le mura. Un libro utile e divertente, per non perdere la memoria di elementi che hanno caratterizzato la città. Per gli appassionati di vino e di storia, è nata addirittura l’Associazione Le Buchette del vino, per conservare, scoprire e divulgare la conoscenza delle stesse!

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Leave A Reply