InVite, il primo corso in vigna e in aula inaugura a gennaio!

0

Ed ecco un altro evento Biennale: un corso che vede tra i docenti anche me e il Nero!

Si è tenuta ieria mattina nel Complesso di San Firenze di Piazza San Firenze, nell’ambito della Biennale Enogastronomica Fiorentina in svolgimento nella città del Giglio, la presentazione di inVite , il primo corso di formazione per diventare conoscitori di vino con un percorso di studi rivoluzionario. Due le novità assolute: lezioni in vigna a cura di noti produttori vinicoli e lezioni in aula, pensate per approfondire alcuni argomenti nevralgici, con degustazioni unicamente alla cieca.
inVite, promosso dall’omonima associazione culturale senza fini di lucro, presenta un percorso di studi innovativo, che permetterà ai partecipanti, impegnati da gennaio fino ad ottobre, di seguire l’intero ciclo vitale dell’uva e della produzione vitivinicola. Dall’idea di due giornalisti e docenti di corsi di vino ed un produttore vinicolo e con il supporto di 7 importanti aziende toscane e con la collaborazione di Cescot Firenze srl , agenzia formativa accreditata dalla Regione Toscana, specializzata in servizi qualificati di orientamento e formazione per lo sviluppo delle imprese del commercio, del turismo e dei servizi, il corso inVite si ripropone non soltanto di offrire un corso di formazione vinicola oltremodo particolare, ma anche di creare aggregazione tra produttori, appassionati, giornalisti, ristoratori e chiunque voglia approfondire l’argomento attraverso il ragionamento, il confronto, e di avvicinare le persone alla terra, dove tutto nasce e si trasforma.
Nelle lezioni in vigna alcuni tra i più importanti produttori toscani, titolari di realtà a gestione familiare, vestiranno i panni di docenti per insegnare ai partecipanti, nelle loro aziende, il processo di produzione del vino, dalla vigna alla bottiglia.
Attraverso quattro incontri della durata di circa 6 ore, stabiliti in base al ciclo produttivo del vino – uno per ogni stagione – i corsisti entreranno in contatto con la terra dove tutto ha inizio e diventa, stabilendo un rapporto personale e diretto con vignaioli conosciuti, e riconosciuti, a livello internazionale.
Ad affiancare gli appuntamenti in azienda, lezioni in aula a Firenze (P.zza Pier Vettori – sede Confesercenti) dove le degustazioni saranno rigorosamente alla cieca, sia per i corsisti che per i docenti: un nuovo modo di vivere l’assaggio, lontano da preconcetti ed antichi schemi. In aula, nei 6 appuntamenti previsti da gennaio fino a settembre 2013, si alterneranno quindi degustazioni “alla cieca” di sei diverse etichette per ogni incontro ed approfondimenti relativi alle più importanti tematiche del mondo vinicolo, come l’enografia, l’abbinamento, i difetti del vino, la storia, in compagnia di esperti di settore come winemakers, assaggiatori professionisti e giornalisti di settore vinicolo.
Per una più ampia fruibilità i corsisti potranno scegliere se iscriversi solo alle lezioni in vigna, partecipare unicamente alle degustazioni alla cieca, oppure seguire l’intero percorso formativo nei suoi 11 appuntamenti. Il corso si rivolge sia a neofiti sia a chi a già intrapreso un percorso di studi ma vuole arricchire la sua conoscenza, soprattutto grazie alle due maggiori novità nel panorama della formazione vinicola.
Boscarelli, Fattoria San Giusto a Rentennano, Fattoria Selvapiana, Michele Satta, Podere 414, Salvioni e Tenuta Capezzana saranno le aziende che prenderanno parte alla prima edizione del corso di inVite, che coinvolgerà al momento solo realtà toscane, con la volontà futura di portare il progetto fuori dai confini regionali per renderlo patrimonio di un numero sempre maggiore di persone.

Per maggior informazioni: www.in-vite.it – Tel. 055-0946266

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Leave A Reply