Identità Golose 2017, riflessioni sparse

0

Quest’anno non era certo un anno adatto per i superstiziosi,IDENTITA GOLOSE celebrava la  tredicesima edizione nel 2017, ma i numeri non hanno certo fatto paura a relatori e convegnisti, che hanno partecipato come sempre numerosi. Viene da pensare se un evento come questo possa reggere ogni anno, nel fare notizia ci riesce sicuramente, ma piuttosto si tratta di capire se è sempre in grado di far riflettere i partecipanti e  tracciare nuove strade da percorrere in ambito gastronomico. A sentire il tenore degli interventi sembra proprio di sì: Carlo Cracco che annuncia nei giorni di IG di lasciare Masterchef per seguire in maniera più attenta e concentrata i suoi progetti ristorativi, privilegiando la sostanza alla visibilità. Che il vento sia cambiato lo ha detto lo stesso Massimo Bottura, quando ha parlato nel suo intervento dove ha ripercorso la genesi di molti sui piatti, partendo dal Rinascimento (qui l’intervento completo): dopo aver assistito a tanti stili e tendenze di cucina arrivate da fuori, oggi la responsabilità dei cuochi italiani è diventata quella di affermarsi oggi nel mondo come esempio da seguire, grazie ad un lavoro che, negli ultimi anni ha visto crescere e sviluppare nuovi talenti. Sicuramente essere stato il vincitore della 50 Best gli ha permesso di essere sotto i riflettori dei colleghi stranieri, che hanno trovato in lui spunti ed elementi creativi che parlano di Italia e dopo aver scritto, detto e ridetto che il Belpaese è unico  in quanto a proposta di materie prime, è giunto il momento di mettere in mostra la sapienza tecnica e culinaria. La sfida per il prossimo anno dovrebbe essere lanciata su due fronti, che già sono stati accennati, nel corso degli interventi: uno Stato sempre più attento alla valorizzazione del patrimonio gastronomico dello stato ed una riforma della scuola alberghiera che permetta a tutti di migliorare la formazione. Spunti intriganti e indubbiamente utili per il 2018

Credits photo Identità Golose

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Leave A Reply