“Ho sposato una vegana” è affare difficile: Fausto Brizzi da Fabio Fazio con la moglie Claudia Zanella e Massimo Bottura

0

Non è comune passare il sabato in casa a guardare la televisione, ma se capita di avere una trasmissione con Massimo Bottura chiaro che non te la perdi. Fabio Fazio il sabato ha allestito un bel talk show, diverso dal solito, divertente e non schematico. Massimo si trovava a fronteggiare Claudia Zanella, moglie di Fausto Brizzi, chiamato a presentare il suo ultimo libro “Ho sposato una vegana”che racconta della sua vita accanto a lei, disseminata di ostacoli di vario tipo, da non potersi comprare un golf di lana a dover brucare l’erba coltivata sul balcone. Se la si vuole chiamare marketta era ottimamente confezionata e divertente, e magari ce ne fossero così sui vari canali televisivi! Se uno però si guarda uno spezzone della trasmissione ha un sano istinto primordiale di tornare onnivoro. Qui un siparietto di Claudia, Fausto e gli altri

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-6a9f00f2-827c-4434-b133-fca4df79ab95.html#p=0

Essendoci una moglie attrice, un marito regista, la promozione di un libro, un conduttore navigato come Fabio Fazio, sono assolutamente convinto che il siparietto sia stato confezionato alla grande, con tanto di sceneggiatura, ma certo non ha giovato alla causa vegana. Leggendo qualche commento su FB, confesso che sia stato così eccessivo l’essere vegano che non collimi con la realtà. Per me che sono un carnivoro primordiale, dove le frattaglie sono il piatto delizioso per eccellenza, l’avvicinamento al mondo del senza carne, pesce, formaggi, ecc. è stato lungo e complesso, ma divertente. Essendo un anti talebano per ogni questione che si possa affrontare, non solo culinaria, chiaro che le sensazioni che mi ispirava la trattazione degli argomenti da parte di Claudia Zanella, un po’ di orticaria me la faceva venire. Poi pensavo alla sua infanzia fiorentina, alle bistecche alla fiorentina che si è trovata a mangiare per anni, al fegatello di maiale, alla finocchiona..ed ho capito che, nel trasferirsi a Roma, alla prima pajata o coda alla vaccinara ha ceduto!. Detto questo mi comprerò il libro che mi sembra davvero divertente: in tutto questo, il Massimo nazionale se l’è cavata alla grande, mai sopra le righe, senza superbia, riuscendo a parlare in maniera facile per spiegare i tanti progetti che ha presentato. Tutto divertendosi un casino senza la faccia altezzosa e incazzata di tanti suoi colleghi..Guardatevelo..io intanto mi vado a mangiucchiare una fetta di prosciutto non si sa mai che perda il vizio

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-8a0d4c54-b619-4cbc-8f94-5c4d9e33a946.html#p=0

 

 

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Leave A Reply