Gucci Museo chiude a Firenze..e se arrivasse Massimo Bottura?

0

Le porte sono sbarrate in Piazza Signoria a Firenze, il Gucci Museo  ha chiuso, solo temporaneamente come è scirtto sul sito, i camion sono arrivati per il trasloco e viene da chiedersi cosa nascerà nella sede fiorentina della famosa maison di moda, che ospitava, oltre al museo, un ristorante ed un bar annesso, oltre ad un negozio che vendeva sempre prodotti a marchio. Nascerà una nuova boutique? Oppure riaprirà dopo adeguati lavori sempre per una proposta ristorativa? Certo, se deve continuare ad essere sulla falsariga di quella proposta prima della chiusura, meglio cambiare: di sicuro il livello qualitativo non era adeguato al nome. Siccome non è un obbligo occuparsi di ristorazione, meglio abbandonare il settore, verrebbe da pensare. Però i rumors parlano di un possibile approdo di Massimo Bottura nel capoluogo fiorentino: patron dell’Osteria Francescana, a Modena, il ristorante più premiato d’Italia, al 2° posto mondiale per la classifica de The World’s 50 Best Restaurants , dopo essere stato al primo lo scorso anno, impegnato anche in operazioni importanti a livello umanitari. In effetti, a ben vedere,  è uno dei performers scelti per la campagna sul web e quella televisiva della casa di moda, quando sono stati organizzati banchetti alla ex Manifattura Tabacchi era sempre lui ad occuparsi del catering: poter operare, anche come supervisione, ad un ristorante che si trova in una delle piazze più importanti al mondo, lo porterebbe a svolgere lo stesso ruolo di chef che operano in più città, come ad esempio Alain Ducasse . Un primo tentativo di far lavorare Bottura a Firenze avvenne molti anni fa, per l’apertura di un albergo a 5 stelle, ma non ebbe successo. Che sia questa la volta buona? Magari l’ipotesi è già stata scartata, ma è sempre bello sognare un po’!

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Leave A Reply