Ed il politico si indigna per il prezzo di un panino

0

Lo spunto mi viene da uno sfogo di un politico toscano che posta su Facebook la foto di un panino con un bicchiere di “vino anonimo” , mangiato a Firenze, in centro, affermando di aver speso troppo per quello che aveva mangiato: legittima opinione, ci mancherebbe, solo mi fa di nuovo pensare a quanto siano distanti politica ed un settore trainante come la ristorazione ed il pensiero corre a quanto  avveniva circa un anno fa,  a proposito di un consigliere comunale fiorentino, che si indignava con ben altri toni, a dire il vero, su quanto aveva pagato il toast da Scudieri, a due passi dal Battistero. Per fare un panino, è importantissima la materia prima, se di qualità può costare cifre elevate, dire semplicemente prosciutto crudo è limitativo, se ne trovano da 10 a 40 euro al chilo, e così per ogni altro ingrediente. Ma questo tipo di analisi non la riesce nemmeno a fare chi è in politica: devo ancora trovare uno di loro a protestare per avere trovato eccessivo il costo di un completo di Armani o di un golf di Cucinelli, che magari indossano con nonchalance. Se i settori alimentare e ristorativo risultano trainanti, in Italia, ancora la classe politica non è riuscita a comprenderli e regolamentarli:  in termini di gestione i ristoranti sono il settore più difficile , fare il ristoratore è davvero impresa improba rispetto all’estero, eppure tutti si sentono in diritto di dargli addosso. Per non dire dei lavoratori: tutti a protestare, i sindacati, se i commessi lavorano la domenica, ma per un cuoco ed un cameriere non ci si deve certo preoccupare. Meglio bere su un bicchiere di vino..non anonimo però 🙂

Credits photo Tuscanytouristguide.com

Share.

About Author

Leonardo Romanelli (Firenze, 14 novembre 1963) è un giornalista, sommelier, gastronomo, autore e conduttore radiotelevisivo italiano.

Leave A Reply